La Samb cerca il riscatto sul campo dell’ Imolese / Roselli: “Ha i suoi difetti e dovremo essere bravi a sfruttarli”

SAN BENEDETTO – Sul campo dell’ Imolese, terza in classifica, la Samb vuole ripartire dopo le sconfitte con Monza e Ravenna. La gara dell’ andata, infatti, rappresentò il trampolino di lancio di una squadra che dalle ultime posizioni in classifica arrivò meritatamente dentro i play off. Ora i rossoblù sono ad un punto dal decimo posto e quindi la lotta è ancora bella ed aperta,

“Gli emiliani –dice il tecnico rossoblù- giocano forse il miglior calcio della categoria e il loro tecnico ha la fortuna di guidare quel gruppo da due, tre anni. Spero che la sconfitta contro il Ravenna non vada a minare psicologicamente le nostre certezze. Quando li abbiamo affrontati all’andata non erano forse tatticamente maturi come lo sono ora. È una squadra che non ha fretta e non si muove finché non trovano lo spunto giusto. Sanno tenere palla quando lo devono fare e con questo lungo possesso aspettano il momento giusto per colpire. Ma anche l’ Imolese ha dei difetti che dovremo essere bravi a sfruttare. La Samb farà la sua partita e se ci esprimeremo al meglio metteremo in difficoltà i nostri avversari”.

Per quanto riguarda la formazione è probabile un ampio turn over in considerazione del fatto che la Samb sabato prossimo (diretta televisiva su Sportitalia alle 20.45) riceverà la visita del Fano. Il primo match di un doppio turno casalingo. Il 22 febbraio, infatti, al Riviera arriverà la Ternana. Si giocherà prima la gara di ritorno che quella di andata in programma al Liberati per il 6 marzo.

“Cambierò quattro o cinque giocatori –spiega Roselli- ci sono tre partite in sette giorni, ecco la motivazione di alcuni cambi. Più che di scelte si tratta di gestione. Porto l’esempio di Signori: se lo facessi giocare anche contro l’Imolese significherebbe farlo infortunare».

Precedenti. Sono cinque gli incontri che la Samb ha disputato ad Imola e finora non c’è stato mai un pareggio. L’ultimo risale alla stagione 2001-2002. La Samb è reduce dall’ esonero di Enrico Nicolini e proprio dal Romeo Galli iniziò la cavalcata dei rossoblù di Stefano Colantuono e Italo Schiavi che collezionò nove vittorie consecutive nella regular season per poi battere ai play off per la C1 il Brescello. Le reti portarono le firme di Michele Sergi e Alessandro Teodorani. Mentre il gol del 2-1 dell’ Imolese fu messo a segno da Villa nel recupero.

La prima gara tra emiliani e rossoblù in programma il 25 maggio 1941 non fu disputato perché la Samb si ritirò dal torneo di serie C. Imolese e Samb si ritrovarono trenta anni dopo. Tre precedenti ed altrettante vittorie dell’ undici rivierasco, il bilancio. Il 4 gennaio 1970 l’undici di Natale Faccenda si impose per 1-0 con rete di Nicola Traini. 2-0, invece fu il punteggio in favore della Samb nel campionato 1970-1971. In vantaggio con Fabio Antonioli, il raddoppio fu firmato su rigore da Lucio Mongardi.

Nove mesi dopo, il 21 novembre 1971, è ancora 2-0 per i ragazzi di Faccenda. Risultato assegnato dal giudice sportivo. Sul campo, invece, la gara era termina 2-2: doppio vantaggio sambenedettese con Giovanni Carnevali su rigore e Daniele Agostini. Gli emiliani segnarono nella ripresa con Vincenzo Bologna e Angelo Amadori. L’11 ottobre 1998, nel C.N.D., arriva l’unico successo casalingo dell’ Imolese sulla Samb, 2-1. Massimo Mercuri al quarto d’ora del primo tempo, con un delizioso pallonetto, porta in vantaggio i rossoblù di Massimo Silva. Gli emiliani di Valdifiori ribaltano il risultato negli ultimi venti minuti grazie alle reti di Fusari e Actis Dato.

Di Pasquale rinnova. Davide Di Pasquale in rossoblù fino al 2021. Il giovane e promettente difensore, classe 1996, ha firmato il prolungamento di un anno del proprio contratto che lo lega alla Samb. Di Pasquale, autore di un ottimo avvio di campionato, si era infortunato gravemente nella trasferta di Verona riportando, dopo uno scontro di gioco, la rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro. Operato il 17 dicembre scorso dal prof. Raul Zini, ortopedico di fama internazionale in ambito sportivo, sta effettuando le terapie riabilitative, ma per lui la stagione è, purtroppo, finita.

”La società con questo prolungamento di contratto – le parole del presidente Franco Fedeli – vuole far sentire tutta la propria vicinanza al giocatore che stava facendo molto bene prima del grave infortunio. Abbiamo bisogno di lui per il futuro e lo aspettiamo in campo più forte di prima”.

Tifosi. Saranno oltre cento i supporters rossoblù che sfideranno il freddo di Imola per seguire la Samb nella trasferta in terra emiliana (fischio d’inizio ore 20.30). 110 i biglietti staccati alle 19 di questa sera. Le due sconfitte consecutive non hanno fiaccato l’entusiasmo dei tifosi che anche di martedì vogliono stare vicini a Rapisarda e compagni.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...