La Samb dinanzi al Tar del Lazio, Renzi paga gli stipendi di giugno


SAN BENEDETTO – E’ fissata per domani alle ore 12 l’ udienza dinanzi al Tar del Lazio che esaminerà il caso A.S. Sambenedettese. Siamo dunque alla resa dei conti per Roberto Renzi,dopo i no di Figc e Coni. L’immobiliarista romano spera di ribaltare il destino ormai segnato per il suo club e di essere riammesso in serie C dal tribunale amministrativo del Lazio. La sentenza dovrebbe arrivare in giornata.

La difesa dei rossoblù anche stavolta è stata affidata all’avvocato bergamasco Cesare Di Cintio. Qualora il Tar confermasse le precedenti bocciature per l’A.S. Samb non ci sarà futuro e si procederà con ripescaggi e riammissioni in Lega Pro. Nel caso invece, il Tar del Lazio dovesse optare per una sospensiva, spetterà al presidente della Figc Gabriele Gravina prendere una decisione. Lo stesso Gravina, infatti, ha già detto di non voler aspettare un ulteriore ricorso della Samb e degli altri club esclusi al Consiglio di Stato.

Intanto, come imposto dalla Figc Roberto Renzi oggi ha pagato gli stipendi di giugno alla squadra (non più in ritiro a Sefro, ma in attesa di sviluppi). Questo il comunicato del club rossoblù: “L’A.S. Sambenedettese comunica che in data odierna, nel pieno rispetto delle scadenze federali, è stata corrisposta la mensilità di giugno 2021 a tutti i tesserati e ai dipendenti del club”.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...