La Samb pareggia a Trieste e chiude al terzo posto la regular season, a segno Miceli

TRIESTE – Trieste si conferma off limits per la Samb, dove negli undici precedenti finora disputati non ha mai vinto. Oggi poteva essere la volta buona per quello che si è visto sul terreno di gioco. Due rigori contro estremamente dubbi, un gol annullato, due traverse colpite, con i rossoblù che chiudono la regular season terzi in classifica. Grazie a Perina che ha intercettato il secondo penalty di Bracaletti e al Teramo che ha impattato 3-3 con la Reggiana con i rossoblù che vantano il vantaggio dello scontro diretto rispetto agli emiliani. Il Mestre esce sconfitto per 1-0 dal Druso di Bolzano, con il Sud Tirol che si piazza in seconda posizione alle spalle del Padova. La Samb entrerà così in gioco negli ottavi di finale dei playoff nazionali in programma il 20 maggio.

Dopo l’ esonero di Capuano ed il ritorno di Moriero in panchina, era difficile trovare la giusta concentrazione. Ma Conson e compagni da uomini veri si sono ricompattati e contro una Triestina che doveva assolutamente vincere per centrare il decimo posto hanno sciorinato una prestazione tutto carattere. Non bella dal punto di vista tecnico ma intensa per quanto riguarda dal lato agonistico. E poi mettiamoci anche la direzione di Sozza di Seregno praticamente a senso unico. I rossoblù non si sono innervositi per le cervellotiche decisioni del fischietto lombardo, restando sul pezzo nonostante tutto.

Che la posta in palio fosse estremamente importante per entrambe le squadre lo si è visto dal gioco non certo spumeggiante da una parte e dall’ altra. Moriero torna al 4-2-3-1 con il rientrante Marchi a fianco di Gelonese in mediana. Terzini bloccati con Mattia e Patti e due centrali fisici come Conson e Miceli a difesa della porta di Perina. Nei tre a supporto di Miracoli ecco Rapisarda spostato in avanti, Bellomo e Valente. La Triestina risponde con Arma punto di riferimento in avanti con Mensah, Bracaletti e Finazzi a giocare tra le linee.

E’ la Samb a partire subito bene con Valente che trova Rapisarda al limite ma il numero 14 rossoblù strozza la conclusione che è facile preda di Boccanera. Al 13’ pt è Miceli su punizione di Bellomo a colpire la traversa. Sei minuti dopo grande intervento di Perina su Porcari, con l’estremo difensore rossoblù che si ripete alla mezzora su Finazzi. Quattro minuti dopo ecco il primo episodio dubbio. Libutti dalla destra crossa al centro con Conson che anticipa Arma. Per Sozza è rigore, scatenando le proteste dei rossoblù in campo. Il fischietto lombardo avrebbe visto una trattenuta del capitano rossoblù sul centravanti alabardato. Dal dischetto al 37’ pt Baracaletti con il cucchiaio batte Perina. La Samb accusa il colpo con i giuliani che spingono sull’ acceleratore con Perina che di nuovo si oppone alle conclusioni di Finazzi e Bracaletti.

Si va al riposo con la Samb sotto di un gol ed al quarto posto in classifica. Nella ripresa al 7’ Moriero inserisce Di Massimo per Rapisarda con la Samb che passa al 4-3-3. Tre minuti dopo episodio dubbio in area Triestina. Valente vede sul secondo palo Di Massimo che non arriva sul pallone per l’intervento scomposto di Boccanera, ma Sozza lascia correre. I rossoblù premono ma la Triestina si difende con ordine cercando di sfruttare le ripartenze. Al 23’ st di infortuna Mattia ed al suo posto entra Candellori che si piazza sulla corsia destra difensiva.

E sette minuti dopo la Samb pareggia. Corner di Bellomo, erroraccio di Boccanera che si lascia sfuggire il pallone con Miceli che è pronto a ribadirlo in rete. La Samb vuole vincere. Moriero fa riposare Marchi, inserendo Stanco in avanti con Bellomo che arretra in mediana. Ma al 34’ ecco di nuovo Sozza ergersi protagonista. Punizione dalla sinistra per la Triestina di Pozzebon con Bellomo che intercetta nell’atto di coprirsi il volto il pallone con un braccio. Il fischietto lombardo non aspettava altro per sancire l’ennesimo rigore per la formazione di casa. Ma questa volta Perina intercetta la conclusione di Bracaletti.

Negli ultimi minuti succede di tutto. Al 40’ Valente colpisce la traversa e quattro minuti dopo viene annullato il gol del possibile successo allo stesso numero 19 della Samb. Una posizione di off side vista solo dalla terna arbitrale. Neppure le immagini televisive riescono a sciogliere il dubbio. La Triestina ci prova con Pozzebon (Perina fa buona guardia) e Mensah che conclude sul fondo da buona posizione. Ma al 47’ st è la Samb ad avere la clamorosa occasione per vincere la partita. Gran numero di Di Massimo che entra in area mail suo diagonale si perde sul fondo. La classifica non sarebbe cambiata perchè in caso di arrivo a parità di punti con il Sud Tirol gli altoatesini avevano il vantaggio dello scontro diretto rispetto ai rossoblù.

TRIESTINA (4-3-2-1): Boccanera 4, Libutti 6, Codroma 6, Aquaro 6, Pizzul 6 (42’st El Hasni sv); Coletti 6,5, Porcari 6 (38’st Hidalgo sv); Finazzi 6,5, Bracaletti 5 Mensah 5,5, Arma 5 (23’ st Pozzebon 6). A disp: Miori, Maesano, Bajic, Troiani, Celestri, Meduri, Acquadro, Keita, Serafino. All. Princivalli 6

SAMB (4-2-3-1): Perina 9; Mattia 6 (23’ st Candellori 6), Conson 6,5, Miceli 7, Patti 6,5; Gelonese 6,5, Marchi 6,5 (34’ st Stanco sv); Rapisarda 6 (7’ st Di Massimo 6,5), Bellomo 6, Valente 6,5; Miracoli 6. A disp. Aridità, Di Massimo, Stanco, Di Pasquale, Demofonti, Candellori, Tomi. All. Moriero 6,5

ARBITRO: Sozza di Seregno 4

MARCATORI: 37’ pr Bracaletti (rig.), 30’ st Miceli

Note: Spettatori 1.500 circa di cui 150 provenienti da San Benedetto. Amm. Porcari (T), Bellomo (S), Perina (S),Coromaz (T). Angoli 8-1 per la Triestina. Rec. 1° tempo 1’, 2

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...