La Samb torna da Terni con un punto ed ora sotto con il Vicenza

TERNI – Un punto per uno non fa male a nessuno. Lo 0-0 del Liberati può accontentare la Samb ma non la Ternana che non vince da undici partite. La partita ha rispecchiato il momento che le fere stanno vivendo. Grande tensione sugli spalti ed il nervosismo poi si è ripercosso anche su Defendi e compagni che alla fine non hanno creato più di tanto per mettere in difficoltà la retroguardia marchigiana. I rossoblù, d’altro canto, sono scesi in campo con l’atteggiamento tattico di chi non vuole prenderle per poi provare a sferrare il colpo del ko.

A livello tecnico è uscita fuori una prestazione inferiore a quella di Pordenone ma il pareggio di Terni non è poi così da disprezzare, sotto il profilo della classifica perché permette di allungare di un punto sul Vicenza e di portarsi a meno uno dalla Fermana. Resta, comunque, l’amaro in bocca per non avere osato qualcosina in più per riuscire a portare a casa i tre punti.

Nel recupero della gara di andata dello scorso ottobre, Roselli come preannunciato alla vigilia del match adotta un discreto turn over. Soprattutto a centrocampo dove Bove e Caccetta prendono il posto di Gelonese e Signori. Ma la novità maggiore riguarda la posizione di Russotto che si piazza a fianco dei due compagni sulla linea mediana, disputando novanta minuti di sacrificio, cercando di dispensare palloni agli attaccanti. A difesa della porta di Sala c’è il trio Celjak, Miceli e Biondi con Rapisarda e Fissore sulle rispettive corsie di competenza. Il tandem offensivo è composto da Stanco e Calderini.

La Ternana conferma il solito atteggiamento tattico e cioè il 4-3-1-2 con Rivas a ridosso del tandem offensivo Bifulco-Marilungo. Gallo deve fare a meno dello squalificato Paghera e degli infortunati Furlan, Palumbo e Nicastro ed affida le chiavi del gioco ad Altobelli. Manovra compassata ma insistente delle “fere” nella prima frazione di gioco con la Samb che si difende con ordine. Anzi sono i rossoblù ad avere la più chiara occasione da rete dei primi quarantacinque minuti con Stanco al 2’ che con un colpo di testa in tuffo impegna severamente Iannarilli.

Per il resto uno sterile possesso palla dei padroni di casa che cercano anche di sfruttare le palle inattive con schemi che vanno ad intasare la retroguardia rivierasca. E proprio da una di queste situazioni di gioco la Ternana si rende pericolosa con Defendi che di testa impegna nella respinta Sala. Chi si aspettava un secondo tempo di altro genere, è rimasto deluso. Le fere provano con maggiore insistenza attaccando sugli esterni ma senza creare pericoli eccessivi a Sala.

Al’ 5’ ci prova Fazio con un sinistro che si perde sul fondo. La Ternana prova a prendere in mano il centrocampo. Roselli se ne accorge ed inserisce Gelonese per l’affaticato Bove (12’ st). L’ ex Ancona diventa preziosissimo in fase di interdizione e di recupero dei palloni. Al 16’ è bravissimo Fissore in diagonale ad anticipare Rivas dopo un bell’ affondo di Pobega dalla sinistra.

Nel giro di un minuto Roselli e Gallo adottano due sostituzioni a testa. Il tecnico rossoblù inserisce Signori per Caccetta e Di Massimo per Calderini, mentre il dirimpettaio in panchina Vantaggiato al posto di Marilungo e Frediani per Bifulco, mettendo la sua squadra con il 3-4-1-2. E ci prova proprio Vantaggiato al 22’ st ma l’attaccante non inquadra la porta sull’ assist di Frediani.

Nonostante i cambi la partita non si sblocca e si va vanti così, con una gran lotta a centrocampo fino al novantaquattresimo. Ininfluenti le sostituzioni di Ilari per Stanco in casa Samb e di Mazzarani per Rivas per quanto riguarda la Ternana. I padroni di casa continuano il loro lungo digiuno di vittorie, restando ancora nel tunnel della crisi. Rapisarda e compagni, invece, ora devono puntare il mirino sul Vicenza. Domenica prossima al Riviera (fischio d’inizio ore 16.30) uno scontro diretto in prospettiva play off. Da riscattare c’è l’ immeritata sconfitta della gara di andata.

TERNANA (4-3-1-2): Iannarilli 6; Fazio 6 (15’ st Giraudo 6), Diakitè 6, Russo 6, Bergamelli 6; Defendi 6, Altobelli 6, Pobega 6; Rivas 5,5 (46’ st Mazzarani sv); Bifulco 5 (20’ st Frediani 6), Marilungo 5 (20’ st Vantaggiato 5). A disp.: Vitali, Gagno, Callegari, Castiglia, Boateng, Hristov, Cori, Filipponi. All. Gallo 6

SAMB (3-5-2): Sala 6; Celjak 6, Miceli 6,5, Biondi 6,5; Rapisarda 6,5, Caccetta  6 (19’ st Signori 6), Bove 6 (12’ st Gelonese 6,5), Russotto 6, Fissore 6,5; Calderini 5,5 (19’ st Di Massimo 6), Stanco 6 (40’st Ilari sv). A disp.: Pegorin, Rocchi, D’Ignazio, Panaioli. All. Roselli

ARBITRO: Pashuku di Albano Laziale

Guardalinee: Barone e Rizzotto

Ammoniti: Celjak (S),Altobelli (T), Diakite (T)

Note: Spettatori 1.200 circa di cui 150 provenienti da San Benedetto. Angoli 2-1 per la Ternana. Recupero 0’ pt, 4’ st

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...