La Samb torna in campo a Recanati. Gara in diretta televisiva su Rai3 Marche

SAN BENEDETTO – “Passata la festa, gabbato lo santo”. La Samb torna in campo a Recanati (ore 15) dopo i festeggiamenti per la matematica promozione in Lega Pro. E lo fa contro una squadra in ascesa, la più in forma del momento. Al Tubaldi, Palladini, presenterà una squadra rinnovata sia per atteggiamento tattico che per quanto riguarda gli uomini in campo. Si lascia il 4-3-3 per passare al 4-4-2 con diversi panchinari in campo. Il giusto premio per chi ha sempre lavorato al massimo per un posto in squadra pur restando all’ ombra dei riflettori. La gara sarà trasmessa su Rai3 Marche a partire dalle ore15 per la provincia di Ascoli Piceno su disposizione della Questura di Macerata.

Sono 6 i precedenti dei rossoblù a Recanati, tutti disputati in gare di Campionato, uno (il primo) in Terza Divisione (4° livello calcistico) e gli altri cinque nei tornei di serie D. Il primo scontro a quasi novant’anni fa, il 5 febbraio 1928 e si conclude in parità 2-2: in una gara molto combattuta la Samb di mister Santori, con Merlini tra i pali, Carisdeo, Mandolini e Mario Capecci in campo, riesce per due volte a recuperare lo svantaggio grazie alle reti di Tosi e Nazzareno Romandini.

Passano quasi settant’anni, il 19 gennaio 1997 e l’incontro termina di nuovo in parità, 1-1(Sottocornola su rigore, Cardelli). Nuovo pareggio il 31 ottobre 2010,questa volta con il punteggio di 0-0 al termine di una gara scialba e noiosa. Il 18 dicembre 2011, arriva la prima vittoria della Samb al Tubaldi grazie alle reti di Pazzi e Napolano. Ma la gara che rimarrà più impressa nella memoria dei tifosi rossoblù è quella del 5 maggio 2013 che sancì la promozione della Samb in Seconda Divisione, poi vanificata dalla società per la mancata presentazione della fideiussione a garanzia dell’ iscrizione.

I rossoblù passano in vantaggio con Gianluca Carpani per poi subire la rete del pari della Recanatese ad opera di Rossi. All’ultimo minuto di recupero l’arbitro Strippoli di Bari concede un calcio di rigore a favore della Samb per un fallo in area di Patrizi su Cristian Pazzi che al 97° realizza il penalty decisivo per il salto di categoria. Nell ultimo precedente, infine, disputatosi il 3 maggio 2015 finì 2-2. Alla doppietta di Ettore Padovani, risposero nella ripresa Galli e Marolda.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...

Lascia un commento