La tutela della proprietà industriale è molto importante in vista del Micam e del Mipel

FERMO – A pochi giorni dall’inizio del Micam e del Mipel, le aziende del distretto fermano sono impegnate anche ad individuare le migliori soluzioni per difendere le proprie creazioni da coloro che frequentano le fiere per “copiare” i modelli esposti.

“Il valore strategico dei diritti di Proprietà Industriale accresce la competitività e l’innovazione non solo del territorio di produzione, ma anche dell’intero Paese – hanno detto l’avvocato Luca Corridoni dello Studia Iuris e l’Avv. Serena Cipolletti della Neuco s.r.l. – ed è fondamentale rafforzare la cultura della Proprietà Industriale quale strumento per tutelare le idee e la creatività”.

Soprattutto durante le rassegne, inevitabilmente aumentano i livelli di attenzione da parte degli imprenditori per evitare coloro che vogliono carpire le idee o gli spunti creativi che contraddistinguono un manufatto. “Nel nostro territorio – hanno aggiunto gli avvocati Corridoni e Cipoletti – sono molti gli imprenditori che, durante le fiere, mentre incontrano i compratori sono costretti loro malgrado a difendersi da soggetti intenzionati solo a carpire le novità che spesso sono alla base del successo di una collezione”.

Per tutelare la proprietà industriale delle aziende è molto importante adottare opportuni accorgimenti. “E’ fondamentale tutelare con il deposito del marchio, del modello o del brevetto i beni prodotti e gli investimenti stilistici e in ricerca & sviluppo. Inoltre è importante indicare nel contratto di vendita clausole che permettono di tutelare la propietà industriale. Alle aziende del distretto del fermano consigliamo di inserire la dicitura “depositato” proprio con l’intento di difendere i prodotti da questo tipo di frodi”.

Il Ministero dello Sviluppo Economico a partire dai mesi di settembre e ottobre ha deciso di riaprire i termini di presentazione delle domande per richiedere i contributi agevolativi previsti dai bandi Marchi+3, Disegni+4 e Brevetti+, per i quali sono stati stanziati ulteriori 43 milioni di euro.

Incentivi a cui possono accedere anche le PMI del Fermano, e che hanno l’obiettivo di rispondere alle numerose richieste provenienti dalle imprese che, nel corso della precedente apertura dello sportello, non avevano potuto presentare la domanda a seguito dell’esaurimento delle risorse. Si tratta di misure agevolative verso le quali le PMI hanno manifesto da subito grande interesse: strumenti che favoriscono la brevettabilità delle innovazioni tecnologiche e la valorizzazione di marchi e disegni.

Le domande potranno essere presentate dal: 30 settembre per il bando Marchi+3, che dispone di ulteriori 4 milioni di euro; 14 ottobre per il bando Disegni+4, che ha una nuova dotazione di 14 milioni di euro. Infine, a partire dalle ore 12:00 del 21 ottobre, sarà possibile presentare le domande per il bando Brevetti+, rifinanziato con ulteriori 25 milioni di euro.

Le Start-Up iscritte nell’apposito registro possono inoltre beneficiare di appositi Voucher per attività in ambito brevettuale: ricerche di anteriorità su scala mondiale e deposito brevetti in Italia e all’estero. L’Avv. Serena Cipolletti della Neuco s.r.l. è uno dei professionisti abilitati ad intervenire tramite il sistema dei Voucher.

Grazie a queste misure la Start-Up – il cui progetto viene valutato e deve essere approvato – usufruisce di un servizio ad altissimo valore aggiunto tecnologico, senza accollarsi i costi che sono sostenuti interamente da Invitalia.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com