L’Accademia Internazionale Malibran fa il bis con Paride Pignotti

di Antonio De Signoribus

SAN BENEDETTO –  “Le borse di studio “Giacomo Nicolai” della Malibran dì Altidona portano fortuna ai giovani musicisti”. Le parole  di Paride Pignotti  sono vere. Dopo il pianista Grianti che è stato ammesso alla Juillard School di New York, ecco, il giovane chitarrista jazz Paride Pignotti di Grottammare  pronto ad affacciarsi sul palcoscenico internazionale;  è stato ammesso, infatti,  al Master of Music in Contemporary Performance (Global Jazz Concentration) presso Berklee School of Music di Boston, importante istituto universitario privato dedicato alla musica contemporanea, allo studio del jazz e della musica moderna americana, ivi compresi corsi sugli studi classici e sugli stili più moderni come il rock, l’hip hop, soul, bluegrass e flamenco.

Il Master della durata di un anno è riservato solamente a 20 musicisti che, superate tutte le selezioni, avranno una borsa di studio completa per studiare nella Berklee School of Music con alcuni dei migliori musicisti al mondo come Danilo Perez, Joe Lovano, John Patitucci, Marco Pignataro, George Garzone, Allan Chase, Terri Lyne Carrington, David Gilmore, Anthony Scibilia. Anche questa volta il grande  direttore artistico della Malibran, Rossella Marcantoni, ci ha visto lungo, ha scelto di assegnare a Paride Pignotti la borsa di studio “Giacomo Nicolai 2019”  – per la sezione Jazz  – e lo ha invitato a suonare, in occasione della serata inaugurale dei Concerti Oro  dell’Accademia Malibran dello scorso anno, insieme al grande jazzista Javier Giorotto & quartet.

Al termine del concerto l’avvocato Erminia Fidanza e il signor Stefano Nicolai, genitori di Giacomo e sostenitori delle attività rivolte ai giovani talenti della Malibran, hanno consegnato la borsa di studio al giovane jazzista. “Tutti noi dell’Accademia Malibran- sottolinea Rossella Marcantoni- siamo davvero felici del risultato di questi due straordinari talenti, certi che a questo bellissimo primo traguardo, seguiranno due brillanti carriere ed un radioso futuro professionale internazionale per entrambi”.

E non poteva essere altrimenti. “ Fin dall’inizio della sua attività L’ Accademia Malibran-ci dice, poi,  con orgoglio Rossella Marcantoni-Ha collaborato con artisti e docenti di respiro internazionale. Mi auguro che l’Accademia possa rappresentare sempre di più una realtà di riferimento per i giovani interpreti, per gli artisti, per il pubblico e che possa offrire un contributo allo sviluppo della cultura musicale del nostro territorio”.

Paride Pignotti è un ragazzo straordinario, pieno di risorse umane, di sensibilità  e di talento, a elogiarlo in questo caso è lo scrivente, che è stato anche il suo professore di Filosofia al liceo Scientifico di San Benedetto.  Ecco cosa dicono di lui i musicisti: “ Paride Pignotti che mi ha commosso con La nebbia a Napoli, che sembra un brano nato affinchè un giorno potesse arrivare lui ad adagiarlo sulla chitarra.”(Stefano Bollani – QueBomCover).“Ho trovato in lui delle doti rarissime, un senso melodico naturale e un senso musicale molto raffinato, doti che hai e che difficilmente puoi costruire o inventarti.”(Bebo Ferra – Nuoro Jazz 2015).

Paride inizia lo studio della chitarra fin da bambino approcciandosi inizialmente alla musica rock e al pop per poi studiare musica classica. Nel 2014, consegue la laurea triennale in “Chitarra Jazz” al Conservatorio di Fermo con il massimo dei voti e la lode. Nello stesso anno inizia a studiare “Chitarra Jazz” al conservatorio “Santa Cecilia” (Roma) dove si laurea con il massimo dei voti e la lode.

Nel 2015 ha la possibilità di studiare per un semestre al conservatorio di Bruxelles grazie al programma Erasmus dove entra in contatto con nuovi ambienti e stimoli musicali. Durante il suo percorso di studi ha modo di partecipare a numerosi concorsi come il “Massimo Urbani”, dove vince una borsa di studio per “Nuoro Jazz” e in seguito la borsa di studio per formare il gruppo dei “migliori allievi”, Il “Chicco Bettinardi”, il “Vittoria Jazz” e molti altri ancora…

Nel 2018 E’ tra i vincitori del concorso “Progetto Air” (Artista In Residenza) organizzato dall’associazione “Musicisti Italiani Di Jazz” (MIDJ) con il contributo della SIAE, nel quale ha la possibilità di vivere un’esperienza di contaminazione musicale e culturale di un mese a Dakar in Senegal, suonando nei principali festival della capitale Senegalese e non solo.

Il 12 settembre 2018 esce il suo primo disco solista in quartetto dal titolo “43° Parallelo” registrato con Seby Burgio al Pianoforte, Alessandro Marzi alla batteria e Alberto Fidone al contrabbasso e come special guest il trombettista americano Nate Birkley. E’ in uscita il suo secondo disco dal titolo “Acquamarina” registrato in duo con il chitarrista Jacopo Schiavo e che vede la collaborazione di Javier Girotto al Sax e Marco Bruno al Basso acustico.E’ Endorser di diversi brand di prodotti musicali come Eko guitars, Tefivintagelab pedals e Reference Cables.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com