L’Avis di San Benedetto stila il bilancio del 2016. Il presidente Lorenzetti: “Aumentati i donatori”

SAN BENEDETTO – 1899 Donatori (+95 rispetto al 2015) di cui 1351 uomini e 548 donne e 3152 donazioni di cui 2528 di sangue intero, 505 di plasmaferesi e 119 di multicomponent. Questi i numeri del 2016 dell’ Avis di San Benedetto, presentati dal presidente Marco Lorenzetti. “Abbiamo avuto –dice- un aumento dei donatori ed una piccola diminuzione delle donazioni ma grazie anche al grande lavoro del Centro Trasfusionale abbiamo dato un grandissimo contributo anche nel corso dell’emergenza terremoto. Centinaia, infatti, sono state le persone in fila per donare il sangue. Inoltre l’Avis Provinciale, presieduto da Dino Lauretani ha raccolto fondi per 205mila euro da devolvere alle popolazioni colpite dal sisma”.

Ma anche a Grottammare c’è una sezione Avis in forte crescita. “In quattro anni di attività –spiega il presidente Mirko Piersimoni– abbiamo già 87 iscritti e ben 139 donazioni. Lo scorso anno come associazione abbiamo promosso un torneo di tennis ed iniziato a parlare con i ragazzi delle scuole in merito alla donazione del sangue. E poi ecco il corso di formazione Io non rischio con il Comune che ci ha dato la possibilità di esporre un piano di emergenza comunale nel caso in cui si verifichino delle calamità naturali”.

Ma l’Avis di San Benedetto, è impegnato anche nello sport. rugby e podismo su tutti. “Colgo l’occasione –è Pierluigi Camiscioni, monumento della palla ovale locale e nazionale che parla- per ringraziare l’ associazione presieduta da Marco Lorenzetti per tutto ciò che fa per noi. Un abbinamento che si inserisce in un discorso di valorizzazione dello sport e dei giovani. Sono convinto che molti dei nostri ragazzi diventeranno donatori di sangue”.

“Come gruppo di atletica –aggiunge il presidente Domenico Piunti– l’ Avis ci è sempre vicino supportandoci moralmente ed economicamente. Il nostro primo obiettivo è quello di avvicinare i giovani allo sport ed i più adulti alla donazione. In tal senso si inquadra la Maratonina dei Fiori ed in occasione del 70° della sezione Avis di San Benedetto organizzeremo anche un altro evento promozionale”.

Il sindaco di San Benedetto Pasqualino Piunti è iscritto all’ Avis. “ Lo sono –afferma il primo cittadino- da qualche anno. Una cosa nata spontaneamente e che solo oggi viene alla luce. Di solito si parla a sproposito di sanità. Ci sono delle carenze ma anche tante eccellenze di cui bisogna parlare. Ed una di queste è il Centro Trasfusionale, non solo per la professionalità della dott.ssa Maria Antonietta Lupi ma anche perché esiste un mondo di volontari che rema dalla stessa parte con una grande opera di sensibilizzazione che ha portato ad un aumento delle donazioni. L’amministrazione comunale, poi, ha un rapporto sinergico con l’Avis. Un esempio lampante è la rotatoria di viale De Gasperi, dinanzi al Comune che a breve intitoleremo ai donatori di sangue. La conferma che San Benedetto è una città in cui i valori sono intatti”.

Infine la dott.ssa Maria Antonietta Lupi spiega le novità sulle donazioni di sangue per il 2017. “Attraverso ad un’ app scaricabile gratuitamente sugli smartphone –analizza- si potrà richiamerà la cartella personale, avendo così uno screening completo. Ed inoltre ci sarà pure la possibilità di leggere tutti gli esami del sangue fatti nel corso delle donazioni. Inoltre ecco l’agenda di prenotazione in cui il donatore saprà quando dovrà venire  e di cosa si avrà bisogno. Tutto sarà informatizzato”.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...

Lascia un commento