Le interviste del dopogara / Magi: “Ora bisogna confermarci a Rimini”. Russotto: “Dedico la vittoria alla mia famiglia”

SAN BENEDETTO – Questi i commenti del dopo Samb-Albinoleffe.

Beppe Magi (allenatore Samb). “E’ passato tanto tempo dall’ ultimo successo, circa un anno. Ma il merito è tutto dei ragazzi che hanno  riportato in campo la rabbia del dopo Bolzano ed il lavoro svolto in settimana. Ora però dobbiamo confermarci sabato prossimo a Rimini. Un successo importante per tutta la squadra che non accetta di fare un campionato anonimo e l’ applauso finale dei nostri tifosi è stato strameritato. Ci siamo giocati la partita sapendo che affrontavamo un avversario tosto.

Non abbiamo avuto il braccino corto, rischiando più del dovuto e giocoforza concedendo qualcosina in più. Nel primo tempo l’ Albinoleffe ha creato le sue occasioni ma nella ripresa ho visto una Samb che non ha subito la partita come nelle ultime due domeniche, ma una squadra aggressiva che pressava alto. Effettivamente abbiamo rischiato più nel primo tempo che nella ripresa”.

“Oggi Russotto ha spaccato la partita. Stiamo parlando di un calciatore che quando sta bene trova da solo la posizione e gli spazi in campo.  E’ giusto che a tirare il rigore sia stato proprio Russotto perché era in stato di grazia. Ed il fatto che i suoi compagni gli abbiano dato l’incarico è una cosa estremamente importante. Sono contento anche per Stanco.

Il nostro bomber lavora sempre forte ed anche lui ha passato momenti difficili. Debbo però dire che anche chi è subentrato ha giocato con la massima determinazione. E questo è sinonimo di compattezza di squadra. Ma da domani dobbiamo pensare solo al Rimini che oggi ha preso una bella scoppola con il Monza e che contro di noi si giocherà il tutto per tutto in prospettiva salvezza”.

Andrea Russotto (attaccante Samb). “Sono contento perché la Samb ha disputato una buona partita. Il 3-0 può fare pensare ad altro perché abbiamo affrontato un ottimo Albinoleffe. E’ stata la vittoria del gruppo davanti alla nostra gente. Siamo contenti anche per i nostri tifosi. Sul rigore Ilari mi ha detto se volevo calciarlo, poi è venuto Miceli che mi ha portato il pallone. Gesti che ho apprezzato tantissimo e li ringrazio per questo. In questa stagione ho avuto parecchi problemi. Il virus mi ha debilitato tanto ed al rientro ho anche disputato partite non all’ altezza, pagansdo anche questa situazione.

Per un calciatore è importante avere la fiducia della società, del mister e dei compagni perché ti porta ad esprimerti al massimo. Mi auguro di continuare così. Dedico questo gol a mio figlio con cui sono sceso oggi in campo ed alla mia compagna. L’ingresso con il piccolo in braccio mi ha dato tanta carica e la vittoria è per lui. Da parte mia sono in debito con la società e la tifoseria. Per questo motivo darò il massimo fino alla fine. Ora a salvezza acquisita dobbiamo consolidare la nostra posizione nei play off”.

Michele Marcolini (allenatore Albinoleffe). “Torniamo a casa con sul groppone un risultato rotondo. La prestazione, però, c’è stata ed alla fine la differenza l’ hanno fatta i singoli. Abbiamo avuto  sia le occasioni per passare in vantaggio che per riaprire l’incontro ma non le abbiamo capitalizzate. Una sconfitta che ci fa male. Oggi dovevamo essere più brutti e portare a casa qualche punto”.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...