Lettera di Scuse dal carcere per l’agricoltore che a Rapagnano sparò al vicino

Lettera di Scuse dal carcere per l’agricoltore che a Rapagnano sparò al vicino.
Dal carcere di Ascoli Piceno sono arrivate le scuse e una versione dei fatti da parte di Enrico Morelli, il 26enne che lo scorso 7 agosto a Rapagnano imbracciò il fucile e sparò al pensionato Emilio Sobrini procurandogli per fortuna soltanto una lesione alla gamba, prontamente operata a breve.
Un gesto definito “involontario” dal giovane che spiega di aver puntato l’arma contro un serpente avvistato tra i muretti delle due proprietà e aver fatto fuoco senza accorgersi, ingannato dalle siepi, che poco dietro era presente il sessantasettenne. Una versione già raccontata dal giovane al momento del fermo, dopo aver cercato di fuggire e nascondere la piccola carabina utilizzata per lo sparo e poco dopo ritrovata. Prossima udienza del Tribunale del Riesame di Ancona il giorno 2 settembre.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...

Lascia un commento