L’importante è “salvare il seme”, la festa della Compagnia delle Opere Marche Sud a Marina Palmense

MARINA PALMENSE – Domani, giovedì 22 luglio, alle ore 20, presso Villa il Cannone, a Marina Palmense, si svolgerà la Festa delle Opere 2021, organizzata dalla Compagnia delle Opere Marche Sud. Il tema di quest’’anno prende spunto da una delle tante lezioni che Giovannino Guareschi dà, nel momento in cui il “suo” Don Camillo parla con il Crocifisso e ricorda che “bisogna salvare il seme”.

“”Rifletteremo su quello che di buono comunque c’’è stato – afferma il Presidente della Compagnia delle Opere Marche Sud Emanuele Frontoni – nel momento in cui il “fiume è straripato” ed abbiamo guardato a tanti drammi, a tanti momenti complessi, per salvare il seme e ripartire. Non parleremo, durante la Festa, di macrosistemi ma di piccole esperienze, appunto di tanti semi raccolti. Anche se dialogheremo con la politica, è necessario ricordare che “salvare il seme” è una nostra responsabilità, ognuno di noi ha un ruolo attivo””.

Alla Festa delle Opere 2021 parteciperanno Francesco Acquaroli, Presidente della Regione Marche e Alessandro Bracci, vicepresidente della Compagnia delle Opere ed Amministratore Delegato di “Teddy”.

““Con loro – aggiunge Massimiliano Di Paolo, Direttore della Compagnia delle Opere Marche Sud – ci saranno anche giovani ragazzi che hanno realizzato una startup e quindi iniziano la loro avventura imprenditoriale, eccellenze italiane e marchigiane che tornano dopo un’esperienza all’estero in Italia e quindi ricostruiscono il tessuto imprenditoriale con coraggio: tutte testimonianze importanti di persone che hanno deciso di salvare il seme e farlo rinascere.

A loro, la Compagnia delle Opere Marche Sud è vicina da sempre e lo sarà ancor di più con la formazione e con un nuovo progetto che prevede il sostegno di imprenditori capaci per supportare i giovani che vogliono creare un’’impresa.” L’evento si svolgerà nel pieno rispetto delle normative anti-Covid vigenti.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...