Macerata: nuovo polo didattico area ex Saram, al via la gara d’appalto per gli arredi scolastici

MACERATA – Mentre procedono secondo il cronoprogramma definito dall’Ufficio di Ricostruzione i lavori di realizzazione del nuovo polo didattico che sta sorgendo nell’area dell’ex Saram, l’Amministrazione comunale ha dato il via all’iter per la gara d’appalto relativa alla fornitura degli arredi scolastici destinati all’Istituto Comprensivo Enrico Mestica e alla scuola secondaria di primo grado Dante Alighieri.

La Giunta ha approvato la delibera che stabilisce i termini dell’espletamento della procedura ad evidenza pubblica, provvedimento che arriva al termine di un percorso partecipativo che il Comune di Macerata ha intrapreso con i  dirigenti scolastici, i rappresentanti degli insegnanti e che ha visto al tavolo di lavoro, promosso per  individuare le reali necessità, la presenza dell’assessora alla Scuola Stefania Monteverde, dell’assessora all’Edilizia scolastica Paola Casoni e del dirigente ai Servizi alla persona Gianluca Puliti e del dirigente ai Servizi tecnici Tristano Luchetti.

“Nessuna pausa – interviene il sindaco Romano Carancini – continuiamo su più binari, incessante l’impegno per il completamento del nuovo campus scolastico delle Casermette. Non solo per gli edifici in corso di ricostruzione, non solo per l’organizzazione della mobilità in sicurezza degli studenti; ora la cura degli arredi per permettere di vivere bene le ore scolastiche dei nostri ragazzi. E abbiamo scelto insieme ai protagonisti del lavoro quotidiano con spirito di coralità positiva. Questa è anche l’occasione per rinnovare il ringraziamento a Conad Adriatico e ai suoi clienti – conclude il primo cittadino di Macerata –  che con un gesto di straordinaria generosità contribuirà alla nascita di una storia di giovani.”

Il costo degli arredi, infatti, sarà coperto da fondi comunali, ministeriali e in parte da una donazione di Conad Adriatica impegnata in un progetto più amplio di sostegno allo sviluppo dei comuni colpiti dal sisma del 2016. L’acquisizione degli arredi scolastici verrà suddivisa in due lotti, per un importo complessivo di oltre 264.000,00  mentre l’appalto verrà aggiudicato secondo il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa sulla base del miglior rapporto qualità/prezzo.

Il nuovo polo scolastico, per un investimento che supera i 16 milioni di euro accoglierà oltre 1.000 studenti.  Il campus, che si estende su un lotto di 24.000 mq per una volumetria totale di 60.324 mc, comprenderà i due edifici scolatici, ognuno con una propria palestra, collegati tra loro da una struttura cosiddetta aerea, un tunnel per intenderci, e una terza struttura sportiva, di media dimensione, che verrà aperta anche alla città e per la quale mancano ancora dei fondi.

Le due scuole, avranno forme squadrate, semplici, costruite con edilizia a secco, con materiali innovativi, in legno, acciaio e vetro, dipinte con i colori della terra e con standard di sicurezza assoluti così come altissimi saranno quelli dell’efficienza energetica.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...