“Macerata Spacciata? No, Grazie!”: incontro alla biblioteca Mozzi Borgetti


MACERATA – “Macerata Spacciata? No, Grazie!” è il titolo dell’incontro, aperto alle scuole, che si terrà sabato 12 febbraio, alle ore 17, presso l’Auditorium della Biblioteca comunale Mozzi Borgetti a Macerata.

Il momento sarà un’occasione per parlare di dipendenze, di prevenzione e discutere su come arginare il fenomeno sul territorio. Saranno presenti Francesca D’Alessandro, vice sindaco e assessore alle Politiche Sociali; Gianni Giuli, direttore del Dipartimento Dipendenze dell’Area Vasta 3; Giuseppe Bommarito, presidente dell’Associazione “Con Nicola oltre il deserto dell’indifferenza” e Lorenzo Lattanzi, presidente dell’Aiart Marche.

«Fondamentale è non abbassare la guardia rispetto a ciò che minaccia il mondo giovanile – ha detto la D’Alessandro -. Informare e formare deve essere una priorità assoluta delle istituzioni che, responsabilmente, hanno il dovere di affiancare le giovani generazioni per una crescita sana e nell’ottica di una educazione civica che formi cittadini responsabili e liberi di realizzare pienamente il proprio percorso e progetto di vita. Purtroppo la pandemia, non solo non ha ostacolato la diffusione di sostanze stupefacenti di ogni genere – incluso il consumo di alcool sempre più frequente tra i giovani -, ma paradossalmente ne ha amplificato la portata andando a incidere su condizioni di solitudine che non possono che ampliare questa piaga sociale da combattere senza tentennamenti.

Come Amministrazione comunale stiamo impegnando le nostre energie e risorse per offrire azioni che coinvolgano i giovani affascinandoli e distogliendoli da percorsi così pericolosi. La musica, il teatro, lo sport saranno gli strumenti per contrastare le angoscianti derive dell’uso delle sostanze stupefacenti, vere chimere che minano la felicità e la realizzazione dei nostri ragazzi».

Per partecipare all’evento è obbligatorio essere in possesso del Super Green Pass; è possibile seguire l’incontro anche in diretta Facebook sulla pagina della Biblioteca Mozzi Borgetti.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...