Macerata, una raccolta di fondi per la realizzazione di una casa famiglia per disabili


MACERATA – Andare oltre ogni limite, oltre le disabilità. È l’obiettivo dell’associazione “Oltre i limiti onlus”, costituita due anni fa da un insieme di genitori con a carico familiari affetti da gravi disabilità.  “Siamo famiglie accomunate da una forte responsabilità per il tempo durante e ‘dopo di noi’, cioè quella fase della vita in cui per motivi di età non potremo più prenderci cura dei nostri figli” affermano i soci dell’associazione.

I ragazzi e le ragazze provengono da nove diversi comuni del maceratese e sono da tempo inseriti presso un centro diurno, gestito dalla cooperativa sociale “Di Bolina” a Santa Maria in Selva, Treia. Adesso i genitori hanno rilanciato una grande raccolta fondi per l’acquisto di uno spazio dove poter offrire una soluzione abitativa ai propri figli proprio pensando appunto al “dopo di noi”.

“Intendiamo promuovere la realizzazione di moduli abitativi di tipo familiare paralleli al centro diurno ‘Di Bolina’, con tutti i requisiti che possano permettere continuità educativa e una felice convivenza” spiegano i genitori sulla piattaforma di crowdfunding GoFundMe.

I destinatari sono persone tra i 21 e i 60 anni con disabilità fisica e psichica, con patologie psichiatriche e con un ridotto livello di autonomia personale, i quali necessitano di cure continue. La struttura sarà organizzata come una civile abitazione: saranno previsti ambienti comuni (zona pranzo, soggiorno, lavanderia, guardaroba) e spazi personali (camere da letto singole o doppie).

La campagna è raggiungibile al link https://www.gofundme.com/progetto-casa-famiglia-per-disabili

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...