Maceratese, nota del sindaco Sandro Parcaroli e dell’assessore allo Sport Riccardo Sacchi

MACERATA – «In una città capoluogo in cui il calcio ha effettivamente meno rilevanza rispetto a ciò che meriterebbe, l’Amministrazione comunale è impegnata a fornire un supporto al calcio quale straordinario strumento di unione e promozione della città». Così, all’unisono, il sindaco Sandro Parcaroli e l’assessore allo Sport Riccardo Sacchi in seguito alla richiesta indirizzata direttamente all’Amministrazione comunale dai tifosi del sodalizio biancorosso.

«In primis -hanno aggiuntro Parcaroli e Sacchi- lo stadio comunale Helvia Recina necessita di una serie di onerose manutenzioni che debbono riguardare tutto l’impianto sportivo, dagli spogliatoi agli spalti, passando per l’illuminazione  e stiamo già lavorando per intercettare le necessarie risorse che soltanto in parte potranno essere comunali.

Un ringraziamento poi lo vogliamo rivolgere al presidente della Maceratese Alberto Crocioni per il suo impegno e al patron del Matelica Mauro Canil per la sua attenzione e il suo interesse verso il capoluogo: a loro e alle numerose realtà calcistiche maceratesi chiediamo, per un fine più alto, uno slancio di unione e di lungimiranza. Ci teniamo inoltre a sottolineare che l’importanza del calcio e dello sport più in generale non riguarda solo i professionisti e i dilettanti ma anche i primi calci, i pulcini, gli esordienti, i giovanissimi, gli allievi, gli juniores e la primavera; in poche parole tutto il calcio giovanile cui Macerata dovrà dare il giusto risalto».

«Seppur convinti che la politica non debba entrare, come in passato, a gamba tesa nelle dinamiche e nelle logiche del calcio condividiamo in pieno lo spirito della lettera dei supporters della Maceratese. Siamo infatti già attivi nello svolgere funzione di stimolo, raccordo e coagulo tra gli interlocutori, convinti dell’importanza del confronto» ha aggiunto il primo cittadino.

«Lo sport è una delle priorità dell’Amministrazione comunale per il suo valore sociale, educativo nonché di prevenzione e lotta alle dipendenze e il nostro augurio è di poter festeggiare degnamente e con il giusto entusiasmo, nel 2022, il centenario della Maceratese» hanno concluso il sindaco Parcaroli e l’assessore Sacchi.

 

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...