Maltempo di luglio – Spacca chiede lo stato di calamità

maltempo

Maltempo di luglio – Spacca chiede lo stato di calamità.
In una richiesta presentata al Capo della Protezione Civile nazionale Franco Gabrielli il governatore chiede di valutare se sussistano i requisiti per dichiarare lo stato di emergenza per i danni provocati dalle piogge torrenziale verificatesi tra il 26 e il 31 luglio nella nostra regione. “Alcune aree del territorio marchigiano” informa Spacca “sono state interessate da condizioni di marcata e persistente instabilità, con rovesci e temporali molto intensi che hanno causato criticità sul reticolo idrogeografico regionale. Questi fenomeni hanno provocato allagamenti, piccoli smottamenti e frane in varie zone della regione. Si è inoltre verificata una tromba d’aria nel comune di Jesi che ha generato l’inagibilità temporanea di alcune abitazioni. E’ per tali motivi che la Regione chiede se esistano i presupposti perché venga dichiarato lo stato di emergenza”.
La protezione civile regionale ha già fatto una pronta rendicontazione delle cifre: ” Le spese per l’assistenza alla popolazione e gli interventi a tutela della pubblica e privata incolumità ammontano a 838.057 euro, la segnalazione dei danni al patrimonio pubblico a 13.635.731 euro, quella dei danni a soggetti privati a 4.656.842 euro, i danni ad attività economiche e produttive extra agricole a 1.509.666 euro, per 20.640.296 euro complessivi.”

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...

Lascia un commento