Marche – CITTA’ SOSTENIBILI BAMBINI E ADOLESCENTI”, NASCE IL COORDINAMENTO DEGLI OSSERVATORI

Coordinamento Osservatori Città Sostenibili

Primo incontro ufficiale per il Coordinamento degli osservatori sull’infanzia e l’adolescenza istituiti nei vari Comuni che hanno aderito al progetto “Città sostenibili”, promosso da Ombudsman, Legambiente ed Unicef, con la collaborazione dell’Ufficio scolastico regionale e della Regione Marche (assessorati ambiente, cultura, istruzione e servizi sociali). A tutt’oggi sono sedici gli enti locali, sui trentacinque che hanno fatto propria l’iniziativa, che hanno già concretizzato con entusiasmo i nuovi organismi e stanno avviando l’attività sul territorio, in base alle finalità previste nell’apposita convenzione ed attraverso regole, nonché modalità, approvate dalle stesse amministrazioni comunali. Tutti gli altri, come rilevato nel corso dell’incontro, si sono già attivati per renderli operativi nel più breve tempo possibile.
A far parte degli Osservatori sono chiamati i rappresentanti delle onlus e delle associazioni, individuate tra quelle che più dedicano la loro attività ai bisogni dell’infanzia e dell’adolescenza, nonché i genitori eletti nelle scuole di ogni ordine e grado, compreso il servizio nidi. Obiettivi prioritari, come evidenziato dall’Ombudsman Tanoni nel corso dell’incontro, l’individuazione delle reali esigenze dei minorenni, delle risorse attivabili e delle criticità di ogni singolo territorio comunale, anche alla luce delle nuove povertà, un approfondito esame relativamente alla qualità della vita socio-relazionale ed ambientale in genere. Altro compito ritenuto fondamentale, quello di concretizzare iniziative appropriate per sollecitare il Comune e sensibilizzare l’opinione pubblica sul versante di una maggiore attenzione e cura ai cittadini in crescita. Al centro dell’attenzione anche l’approfondimento e la diffusione dei diritti sociali, della legalità, dell’intercultura, della cittadinanza attiva e della pace; la diffusione dello sport come strumento pedagogico e socializzante e della cultura legata ad una sana alimentazione; il contrasto dei fenomeni derivanti dalla ludopatia e dalle dipendenze.
All’incontro, coordinato dall’Ombudsman, hanno partecipato i rappresentanti di Unicef Italia, Legambiente Marche e dei diversi Comuni che hanno aderito al progetti.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...

Lascia un commento