Marco Mandolini e Andrea Rebaudengo, un duo da incanto all’ Accademia Malibran di Altidona

di Antonio De Signoribus

ALTIDONA – Per i Concerti Oro- Malibran Classica, da non perdere, domenica 26 settembre alle 18, le Raffinate musiche di Karol Szymanowski e di Maurice Ravel interpretate dal duo Marco Mandolini (violino) e Andrea Rebaudengo (pianoforte). Il tutto, si svolgerà presso la sala colonna, ben attrezzata per i concerti. Un duo, si diceva, composto da musicisti di altissimo livello che eseguiranno musiche del compositore polacco Karol Szymanowski e del compositore francese Maurice Ravel.

Ravel e Szymanowski, sono entrambi morti nel 1937, hanno contribuito a rinnovare il linguaggio della Musica nel secolo scorso; ognuno di essi lo ha fatto in modo autonomo ma aperto a cogliere lo spirito dei tempi, in quel gioco di intersezioni che l’Arte ha sempre dimostrato di saper cogliere e rappresentare. La scrittura immaginifica e lussureggiante di Szymanowski domina il panorama della musica polacca della prima metà del Novecento, evoca mondi lontani nel tempo e presenta elementi di concomitanza con il mondo del simbolismo francese; Ravel a propria volta guarda con interesse ai nuovi linguaggi che provengono da oltreoceano.

Un programma dunque raffinato ed elegante quello che i due artisti eseguiranno in concerto domenica prossima. Al termine del concerto seguirà un brindisi nel Giardino dell’Accademia con i vini artistici Cantatrice e Guarracino prodotti dall’Accademia Malibran, che saranno accompagnati dagli squisiti Amaretti della Valdaso.

 

“Uno dei settori più colpiti a causa della pandemia è sicuramente quello dello spettacolo dal vivo-sottolinea l’appassionata Rossella Marcantoni, direttore artistico della Malibran- la musica è ripartita, è vero, ma è ancora difficile gestirla in questo momento. Credo, comunque, fortemente che la musica ci aiuterà ad affrontare questo periodo, perciò dobbiamo collaborare tutti insieme per realizzare concerti in sicurezza.

Ci vorrà più attenzione, nonostante la parte organizzativa sia molto più faticosa; rispettando le norme anti-covid possiamo comunque godere di ottimi eventi musicali, anche se, purtroppo, il pubblico in sala si è notevolmente ridotto. Spero, comunque, che presto si tornerà a godere completamente della musica, perché musica dona benessere all’individuo; e in certi casi ha effetti curativi che vanno oltre il puro piacere”.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...