Mare bbille e ngannatore, il Circolo dei Sambenedettesi ricorda il naufragio del Rodi

SAN BENEDETTO – Nel 2020 cade il cinquantenario della tragedia del motopesca Rodi che naufragò all’ ingresso del porto di San Benedetto la notte del 23 dicembre 1970. Il Circolo dei Sambenedettesi, presieduto da Rolando Rosetti, ha voluto dedicare l’edizione annuale della Serata Azzurra, in programma in piazza Piacentini giovedì prossimo alle ore 21, proprio per ricvordare questo tragico episodio che turbò profondamente tutta la città di San Benedetto.

In collaborazione con Renudo, Fondazione Libero Bizzarri, Amat, Regione Marche e Bim, per la serata è stato stilato un ricco programma. La serata di giovedì si intitolerà “Mare bbille e ngannatore” e sarà contraddistinta a eventi a tema con la declamazione di poesie, scene quotidiane della marineria e rappresentazioni messe in scena dall’ associazione Re Nudo.

Ma il momento più importante sarà rappresentato dall’esibizione del nostro trombonista internale e sambenedettese Lito Fontana e del maestro Marco Ghezzi.  Torna, infine, anche il premio Sambenedettese d’Adozione che verrà dato all’ imprenditore Jerry Tommolini.

E’ obbligatoria la prenotazione che può essere effettuata in più modalità: al numero telefonico 0735.585707 della sede del circolo (lunedì, mercoledì e venerdì dalle 17 alle 19), ai numeri 3483385901 oppure 3383895109. In alternativa, è possibile prenotarsi, con le stesse modalità, via e-mail al seguente indirizzo : sambenedettesi@alice.it.

In questi giorni il Circolo ha distribuito un numero speciale de “Lu Campanò”, realizzato dal direttore responsabile Patrizio Patrizi ed imperniato esclusivamente sull’anniversario del naufragio del Rodi  e di tutto ciò che si è vissuto in quelle settimane a San Benedetto.

 

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...