Martinsicuro: padre orco maltrattava la figlia minorenne, il Gip di Teramo firma il divieto di avvicinamento

Rifiuta sesso estremo, donna picchiata dal suo datore

MARTINSICURO – Divieto di avvicinamento per un uomo di 45 anni che maltrattava la figlia minorenne. A firmare il provvedimento è stato il Gip del tribunale di Teramo Marco Procaccini. Il papà orco era solito maltrattare la ragazza con schiaffi, calci e pugni. La ricopriva anche di insulti verbali. Un copione che si ripeteva da anni, cioè da quando era una bambina.

L’uomo era ossessivo: la pedinava quando usciva da scuola e ne verificava le amicizie. Quando la giovane si ribellava la picchiava in strada, anche alla presenza di terze persone. In una circostanza l’aveva sorpresa a fumare e le aveva spento la sigaretta sulla fronte mentre in un’altra non aveva esitato a picchiarla violentemente tanto da fratturarle il setto nasale e 25 giorni di prognosi.

La particolare situazione aveva ingenerato nella figlia un perdurante stato d’ansia ed il timore per la propria incolumità. In alcune occasioni la ragazza, per sfuggire le ire del padre, era scappata da casa ed aveva trovato rifugio per qualche giorno presso parenti o conoscenti.

Con il provvedimento del giudice il “padre padrone” dovrà mantenere una distanza dalla figlia di almeno 500 metri, con l’obbligo immediato di allontanarsi qualora dovesse incontrarla, di non avvicinarsi ai luoghi abitualmente frequentati dalla ragazza e di non comunicare con la stessa con qualsiasi mezzi.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...