MCcult: una card è la chiave dei musei di Macerata per i residenti della città e di tutto il territorio della Marca Maceratese

MACERATA – Una card per entrare in tutti i musei della città e avere sconti su altre visite ed eventi per tutto l’anno a tre euro. La rivoluzione della fruizione del patrimonio culturale parte da MCcult, la card di MacerataCulture riservata ai residenti del Comune di Macerata che permette di entrare gratuitamente a Palazzo Buonaccorsi, Palazzo Ricci, Arena Sferisterio gratuitamente tutte le volte che si vuole.

Inoltre, tante opportunità, speciali vantaggi, eventi, sconti non solo nei musei della rete civica ma anche di altri Comuni tra cui Recanati e Pesaro e quelli con cui si faranno convenzioni speciali. Ma non solo per i residenti di Macerata: MCcult è per tutti i residenti nella provincia di Macerata.

“E’ un capitolo fondamentale dell’operazione di recupero, valorizzazione e restituzione alla città e al territorio della nostra rete museale – commenta il sindaco Romano Carancini – un’azione che dà la cifra di come questa Amministrazione comunale ha sempre inteso l’inestimabile patrimonio culturale della città. Una cosa preziosa che però è di tutti e per questo è necessario creare le condizioni perché tutti possano usufruirne. Con l’entrata in vigore di MacerataCulture questo progetto si concretizza attraverso McCult. La chiave che dà accesso ai nostri musei, oggi ancora più ricchi con la mostra su Lotto. McCult è un regalo di Natale originale che mette sotto l’albero Macerata e tutte le sue meraviglie”.

Acquistabile negli Infopoint di Palazzo Buonaccorsi e dell’Arena Sferisterio, la card ha validità annuale dall’emissione, è personale e non cedibile. Tra i benefici anche la scontistica per eventi e iniziative culturali, sugli acquisti dei cataloghi di mostra presso il bookshop e il diritto di prelazione per eventi a prenotazione.

“Con MacerateCulture e MCcult abbiamo un obiettivo ambizioso – sottolinea l’assessore alla Cultura e Turismo Stefania Monteverde – sentirci tutti parte di una comunità di patrimonio che appartiene a tutti in questo territorio. Per questo la card è una sorta di carta d’identità culturale che ci rende più facile partecipare e ci rende i primi ambasciatori d’arte e cultura. Invitiamo tutti a prenderla e a regalarla. È il più prezioso regalo di Natale”.

Soddisfazione anche da parte di Rosaria Del Balzo Ruiti presidente della Fondazione Carima proprietaria della collezione di Palazzo Ricci: “I nostri musei sono la casa di tutti. Con McCult apriamo ancora di più il nostro patrimonio a tutto il territorio tanto che ne abbiamo fatto dono a tutti i soci della Fondazione come testimonianza di interesse e partecipazione al progetto”.

Accesso scontato anche ai musei civici di Recanati, in quelli gestiti dalla cooperativa Sistema Museo, gestore dei musei civici maceratesi, ai musei civici di Pesaro e alla mostra Rossini 150. MCcult è solo uno degli elementi del progetto Macerataculture, nuova forma di cooperazione pubblico privato, ideato e redatto dalla Società Sistema Museo e presentato insieme a Meridiana Cooperativa Sociale per la gestione integrata del patrimonio museale cittadino.

Il progetto di sistema voluto dall’Amministrazione comunale e approvato dal Consiglio Comunale come “interessante modello di valorizzazione per tutto il territorio in un positivo rapporto pubblico privato” rappresenta un rilancio di tante esperienze innovative, e più volte premiate a livello internazionale, già sviluppate in questi anni da Macerata Musei: sistema unico integrato, biglietto unico, vantaggi per le famiglie, visite guidate, laboratori per le scuole.

 

 

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...