Meno reati e furti: il bilancio del colonnello Ciro Niglio, così saluta il Piceno

ASCOLI PICENO – Il Colonnello Ciro Niglio, Comandante Provinciale dei Carabinieri di Ascoli Piceno, saluta oggi il Piceno poiché trasferito al Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri a Roma quale Capo Ufficio Sicurezza.

Sono stati tre anni intensi di comando, durante i quali i Carabinieri della provincia hanno continuato a ottenere risultati importanti e riscosso apprezzamenti unanimi, anche grazie alla straordinaria collaborazione istituzionale e alla costante fiducia dei Cittadini.

L’operato dei Carabinieri, nell’ultimo triennio, si è concretizzato con una evidente riduzione dei reati (ben oltre il 20% complessivo, con un picco di – 34% per i furti) e con la risoluzione dei delitti più gravi (sono stati scoperti tutti gli omicidi e i reati più gravi avvenuti sul territorio piceno). Un particolare accenno è stato fatto alle migliaia di autori di reati arrestati o deferiti all’Autorità Giudiziaria.

“Gli eccellenti risultati raggiunti sono stati possibili grazie al corale impegno di centinaia di Carabinieri presenti quotidianamente nei nostri centri e al preziosissimo contributo delle Istituzioni e della cittadinanza alla quale rivolgo sentimenti di più viva riconoscenza per la continua disponibilità avuta nei confronti dell’Arma dei Carabinieri e mia in particolare. E’ un’esperienza che ricorderò sempre nella mia carriera! Grazie!”, sono state le parole pronunciate dal Col. Niglio durante il saluto ai Carabinieri del Comando Provinciale.

In dettaglio un rinnovato impulso è stato dato alle attività preventive tese a prevenire potenziali infiltrazioni mafiose (i reati spia di questi fenomeni criminali sono molto limitati e in netta riduzione nel triennio 2017-2020; si pensi alle estorsioni che sono state limitate a poche unità e in riduzione del 33% nel triennio).

Un ringraziamento molto particolare è stato fatto alle coraggiose vittime delle violenze di genere (maltrattamenti in famiglia, atti persecutori e violenze sessuali), che con fiducia hanno denunciato ai Carabinieri, anche grazie all’istituzione di una “stanza dedicata”, intitolata a Melania Rea, vittima di un efferato omicidio, scoperto dai Carabinieri.

Al Col. Niglio i più cordiali saluti con l’augurio di ogni migliore fortuna personale e professionale da parte di tutti i Carabinieri del Comando Provinciale di Ascoli Piceno che hanno inteso testimoniare, in occasione del saluto di commiato, i loro sentimenti di stima e riconoscenza per l’infaticabile opera di supporto e guida costantemente ricevuta in questi anni dal loro Comandante.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...