Monaldi Petritoli, con una lettera si muove l’UGL

Monaldi Petritoli, con una lettera si muove l'UGL

La UGL ha inviato una lettera alla MONALDI ITALIA SRL di Verona (società che ha attualmente in affitto due rami di azienda della Agroalimentare F.lli Monaldi Spa) al Curatore Fallimentare della F.lli Monaldi Spa ed al Giudice delegato del Tribunale di Fermo.
“Rivendichiamo la centralità del sito strategico di Petritoli, l’unitarietà del complesso aziendale F.lli Monaldi Spa ed il diritto di riconoscimento ai lavoratori di Petritoli del’art. c.c. 2112.
Chiediamo alla Curatela Fallimentare un necessario approfondimento, in trasparenza, sulle fasi che hanno condotto allo spacchettamento temporaneo aziendale; sono in gioco il futuro del sito strategico di Petritoli e la occupazione di 35 unità lavorative.
La fase che abbiamo davanti, la gara di vendita dell’intero complesso aziendale che la Curatela dovrà affrontare, sarà chiarificatrice di queste attese; una fase calda e molto sensibile perché il Sindacato farà del mantenimento occupazionale il suo obiettivo di lotta.
Certamente la CIGS per 12 mesi, già richiesta ed in scadenza a maggio 2015 e la sua proroga per i 6 mesi successivi, è un ponte indispensabile per traghettare i lavoratori dentro il piano operativo di chi acquisirà la F.lli Monaldi Spa fallita.
La UGL ha espresso un forte dissenso alla Curatela Fallimentare sugli affitti di due rami di azienda; una scelta spoliativa del territorio che emargina il sito strategico di Petritoli e mette a rischio 35 posti di lavoro.
Oltretutto è innegabile che la Curatela Fallimentare tragga maggior vantaggio economico da una vendita intera del complesso aziendale rispetto ad una vendita atomistica dei beni, garantendo con ciò meglio i creditori ed i lavoratori.”
La UGL resta in attesa di incontrare il nuovo Giudice Delegato che si è appena insediato al Tribunale di fermo il 19/01/2015.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...

Lascia un commento