Monteprandone, ordinanza del sindaco Sergio Loggi per contrastare la crisi idrica


MONTEPRANDONE – Il sindaco di Monteprandone Sergio Loggi ha messo un’ordinanza in merito alla crisi idrica. Dal 25 giugno al 30 settembre 2022, salvo eventuali proroghe, -è scritto nell’atto- è fatto divieto a tutti i cittadini il prelievo dal pubblico acquedotto di acqua potabile per uso extra-domestico, ed in particolare: l’assoluto divieto su tutto il territorio comunale, fino alla data del 30 settembre 2022, di
servirsi dell’acqua potabile per
 annaffiare giardini, orti e cortili anche mediante impianti automatici;
 lavaggio autovetture e simili;
 lavaggio di spazi ed aree pubbliche e/o private;
 riempimento di piscine, anche non fisse;
 tutti gli usi differenti da domestici alimentari e igienico-sanitari;

Il sindaco Loggi, inoltre invita la cittadinanza di utilizzare con parsimonia l’acqua, al fine di evitare inutili sprechi, limitandone l’uso alle sole esigenze igienico-potabili ed ad adottare, sistemi di risparmio idrico come:
− controllare il corretto funzionamento dei propri impianti idrici al fine di individuare
eventuali perdite occulte;
− usare dispositivi per il risparmio idrico quali i frangi getto per i rubinetti;
− usare lavatrici e lavastoviglie sempre a pieno carico;
− preferire per l’igiene personale l’uso della doccia, in alternativa alla vasca da bagno;

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...