Movida molesta, i risultati dei controlli del sabato. Elevati verbali per schiamazzi e decenza pubblica, un locale trovato aperto nonostante il provvedimento di chiusura

SAN BENEDETTO – Nella notte tra sabato e domenica si è svolto il primo servizio interforze programmato dal Questura di Ascoli Piceno con il concorso di personale della Polizia municipale, della Guardia di Finanza e del Commissariato che si alternerà durante tutta l’estate con quello della Compagnia dei Carabinieri. La task-force, composta da dieci unità tra ufficiali ed agenti dei rispettivi reparti, ha pattugliato le zone del centro e del lungomare fino alle 4 del mattino.

Sono state accertate 80 violazioni in materia di Codice della Strada, elevati 2 verbali per violazione dell’art. 43 del regolamento di Polizia urbana in tema di “Decenza Pubblica e Personale”, 1 verbale per violazione dell’ordinanza sindacale che impone ai titolari di pubblici esercizi di evitare schiamazzi ed imbrattamenti del suolo pubblico. Il titolare di un locale trovato aperto nonostante fosse oggetto di un provvedimento di chiusura è stato denunciato all’autorità giudiziaria per inosservanza dell’art. 650 del Codice Penale.

“Ho avuto assicurazione -dice il sindaco Pasqualino Piunti- non solo che i controlli continueranno per tutta la stagione estiva ma che verranno intensificati nei mesi di luglio ed agosto. Ringrazio Prefetto, Questore e i vertici di tutte le forze dell’ordine impegnate per l’attenzione che stanno dedicando all’argomento. Sono certo che questa attenzione verrà mantenuta alta anche in futuro nella consapevolezza che il problema è ormai divenuto centrale per assicurare un clima di serena convivenza”.

Immagine tratta da Google

 

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...

Lascia un commento