Il Movimento Cinquestelle presenta i suoi candidati anche a San Benedetto del Tronto

SAN BENEDETTO – Dopo Ancona e Ascoli Piceno, il Movimento Cinquestelle presenta i suoi candidati alle politiche del 4 marzo anche  a San Benedetto del Tronto. A fare da anfitrione presso la sala multimediale della biblioteca Lesca è stato il consigliere regionale Peppe Giorgini. “Per il Piceno –esordisce – si tratta di un’opportunità storica, un nuovo risorgimento. E’ fondamentale avere dei rappresentanti a Roma che portino nelle sedi istituzionali più alte le problematiche del Piceno e del Fermano gravati da crisi economica e sociale. La Regione Marche conta 80mila disoccupati di cui più di 25mila provenienti dalla nostra provincia”.

E’ poi la volta di Rachele Silvestri (numero uno al proporzionale per la Camera dei Deputati). “Sono una dei tanti giovani –dice-che lavora in un ambito diverse da ciò che ha studiato. Ascolto i problemi della gente e la sento arrabbiata, come me, per la situazione che sta vivendo, soprattutto per quanto riguarda il lavoro. Nei venti punti del nostro programma il più importante è il reddito minimo garantito che permetterà una vita dignitosa a chi è disoccupato ma per averne diritto dovrà ottemperare a determinati obblighi. Altro punto importante è il turismo con il nostro territorio che ha tantissime bellezze da valorizzare ma anche molti problemi”.

L’avv. Roberto Cataldi, candidato all’ uninominale per la Camera dei Deputati, presenta le sue idee. Il legale ascolano, creatore del  sito di informazione giuridica studiocataldi.it, è uno dei tanti nomi presi dal Movimento  Cinquestelle fra la società civile. “Tassazione troppo alta, eccesso di burocrazia e riforma della giustizia civile –afferma- sono problematiche su cui si verterà il mio lavoro. Ci sono 400 leggi da abolire per arrivare così ad una necessaria e fondamentale semplificazione dei processi, affinchè ci sia un netto smaltimento delle cause. La semplificazione del processo è un punto di forza del nostro programma. Ho già pronte, in caso di elezione, due proposte di legge, una sullo snellimento del processo civile e l’altra su una legge quadro in materia di emergenza sismica che punti ad avere regole, linee guida e fondi già pronti in caso di un nuovo terremoto”.

Ed infine è la volta del sambenedettese Giorgio Fede candidato all’ uninominale per il Senato. “Il mio obiettivo –analizza- è quello di rendere più accessibile il rapporto tra i cittadini e la pubblica amministrazione. Nella lista dei Cinquestelle non c’è alcun politico di professione con i candidati che sono stati scelti per le loro specifiche competenze. Il mio compito è quello di rappresentare le istanze del collegio che rappresento ma soprattutto di San Benedetto e del Piceno. Occupazione e turismo le materie su cui si dovrà lavorare molto. Vogliamo che il turismo riparta alla grande sia in Italia che nella nostra zona. Tutti gli altri partiti ci indicano come principale avversario perché sanno che se andremo al Governo ci sarà un cambiamento epocale nella politica italiana”.

Venerdì prossimo 16 febbraio, sempre presso la sala multimediale della biblioteca Lesca, il Movimento Cinquestelle ha organizzato un incontro su lavoro e disoccupazione con l’eurodeputata Laura Agea.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...