Musicultura 2020, altra serata a porte chiuse al Teatro Lauro Rossi di Macerata

MACERATA – Musicultura nei tempi del coronavirus continua a portare la grande musica d’autore live nelle case e nei social degli appassionati grazie alla diretta streaming nella pagina facebook  di Musicultura e alle televisioni  ÉTV Marche (canale 12) e TVRS (canale 111)

A partire dalle 21,20 circa le due emittenti televisive regionali si collegheranno col teatro Lauro Rossi di Macerata per trasmettere in diretta le performance degli artisti in gara che si esibiranno dal vivo, con tre canzoni, di fronte alla giuria di Musicultura, per entrare nella rosa dei 16 finalisti della 31° edizione del celebre concorso.

Attesi per domani venerdì 6 marzo sul bollente palcoscenico del Festival sei nuovi giovani artisti selezionati sui 760 iscritti all’edizione 2020: Lamine, Matteo Carmignani, Guastavoce, Ulula & LaForesta, The Vito Movement  The Flyers, scopriamo chi sono.

Lamine è nome d’arte di Viviana Strambelli di Trapani, attrice e cantautrice di origini siciliane, cresciuta in Puglia e formatasi alla scuola di recitazione del “Teatro Stabile di Genova”. Lamine è un progetto di cantautorato contemporaneo italiano alternative pop, nato nel 2014 come un processo di ricerca personale, accompagnato inizialmente solo da voce e chitarra, ma che nel 2019 approda, in seguito all’incontro con il produttore artistico Simone de Filippis, ad un sound visionario e internazionale. Nel 2019 ha vinto il Premio Fabrizio de André,  nel 2019 e il Premio della Critica e la Targa Miglior Interpretazione al Premio Bianca d’Aponte.

Matteo Carmignani nasce a Vinci (FI) nel 1970. Nei primi anni ‘90 fonda gli Alkimia, e poi gli Oronero Rock band, formazione per la quale, come cantante, scrive testi e melodie. Nel 2001 si trasferisce a New York e, parallelamente al suo lavoro nell’architettura e nell’industria delle costruzioni, si dedica ad un progetto di musica elettronica. Il disco che ne deriva, completato e mixato a Brooklyn, non è stato ancora pubblicato. Uscirà a breve il suo album di esordio dal titolo Le curve del buio, con la produzione artistica di Fabrizio Simoncioni e la collaborazione con musicisti di spessore tra cui Giuseppe Scarpato, Fabrizio Morganti e lo stesso Fabrizio Simoncioni.

Guastavoce è il nome del progetto musicale di Francesco Falco, che dal 2014 inizia a far ascoltare le sue canzoni al pubblico, suonando per i locali delle province di Caserta e Napoli. Nel 2018 registra il suo primo lavoro discografico, ancora inedito,su tutte le piattaforme digitali sono disponibili i suoi quattro singoli finora pubblicati: LunedìTu vieni da un sognoDalla radice dei tuoi capelli e Il giro del cosmo. Ama i cantautori classici e moderni, per questo i suoi brani registrati in studio alternano ambientazioni folk e intime a richiami al cantautorato classico, italiano e internazionale.

I The Flyers di Reggio Calabria nascono nel 2013 dall’unione di Salvatore Spadaro, Michele Macrì e Michele Panetta, nel 2016 vincono il concorso Campus Band, in seguito al quale pubblicano il singolo Vinceremo insieme, prodotto da Mario Lavezzi. Sono poi ospiti di RTL 102.5, divenendo la prima Miglior Band Studentesca italiana; nel 2017 accedono a Sanremo Giovani, entrando a far parte dei 60 finalisti, con il brano Sabry, prodotto da Diego Calvetti. L’anno successivo esce il singolo Quarantenne che ne sai, al quale segue la release di Blu Steps, prodotto dall’etichetta Blanko Records. Il 2019 pubblicano con la stessa label l’EP contenente 5 tracce dal titolo Blu Cobalto.

Ulula&LaForesta è una band di Verona composta dal cantautore Lorenzo Garofalo (in arte ULULA)  e da LaForesta, gruppo composto da Andrea Mandelli, Maximilian Agostini, Filippo Chiarini e Simone Carradori. Il progetto nasce nel 2016 e unisce l’aspetto autorale al suono più potente tipico di una band. Da allora Ulula&LaForesta ha pubblicato diversi singoli, raccolti poi in un EP nel 2018. Il 31 gennaio 2020 è uscito il singolo ODDIO L’OBLIO, estratto da un disco prossimo di pubblicazione, che ha visto l’ingresso nella band del percussionista Alessio Profeti.

 The Vito Movement è un collettivo musicale formato da Giovanni Parrinello, Marco Raccuglia e Giacomo Scinardo che nasce a Palermo nel 2018. I primi due singoli del gruppo ̶ Masterpiece e Welcome to Ballarò ̶ sono stati scelti come colonna sonora di Sicilian Rhapsody, la travel web-serie del regista Riccardo Cannella. Nello stesso anno, con la canzone In Questa Città, la band vince, insieme agli alunni della Scuola Sandro Pertini di Palermo, il Premio Nazionale indetto dalla Fondazione “Giovanni Falcone”; si concentra in seguito sulla produzione di un nuovo album la cui uscita è prevista per il 2020.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com