Musicultura: Francesco Lettieri conquista pubblico e giuria

MACERATA – Continuano a ritmo serrato gli ascolti delle Audizioni live di Musicultura 2019, a sbaragliare i nuovi concorrenti in gara nella seconda serata di ascolto,  il cantautore napoletano Francesco Lettieri che ha conquistato  giuria e pubblico,  accaparrandosi l’ambito  riconoscimento “ Un Certain Regard”  per la migliore esibizione della serata e la preferenza del  pubblico con il Premio Val Di Chienti .

Con grande padronanza nella composizione, arrangiamenti complessi e testi ricercati Francesco Lettieri  si è esibito con i brani: “ Ho un sacco di voglie” , “ La mia nuova età”  e “Quando le mie parole parlano”. Pianista e compositore, Lettieri esordisce a 17 anni con un album di sue composizioni per solo piano, insieme a Marco Zurzolo.

Nel 2014 ottiene la nomination per la migliore colonna sonora originale al 48° Film Festival di Roma, partecipa  al Grimsbury Jazz Festival (UK) con Kris Reeder. Nel 2015 il suo percorso di compositore intreccia quello di autore con l’album L’alieno al cinema. Nel 2017 vince il premio per il miglior arrangiamento all’Ugo Calise Festival e dirige la band del BeQuiet Talent Show in onda su Rai2.

Sul  bollente palcoscenico del sabato maceratese dedicato alla grande musica d’autore, applauditissime anche   le note dolci e delicate di Meezy, timbrica intensa e suggestiva accompagnata dalla chitarra. Meezy, Simona Mazzeo di 21 anni di Foggia,  ha proposto: “Temporale” il “Gatto” e il brano in dialetto pugliese “Occhje vizzose”.

Meezy nel 2016 vince il Capitalent, concorso di Radio Capital, con la cover degli Eurythmics, I saved the world today, condivisa da Annie Lennox, nella  sua pagina ufficiale. Apre il concerto di Nile Rodgers & Chic a Roma e nel 2018 vince la semifinale del Deejay contest di radio Deejay ed il Premio “Bianca Daponte” per la miglior interpretazione ed il miglior brano. Lo stesso anno diventa testimonial della Milano Music Week.

Lo Straniero, il gruppo di uomini e donne, diversi ma “coesi” dal 2014, divisi tra il pubblico italiano e quello tedesco, ha proposto con grande fluidità e ricerca stilistica delle parole,  basata sul suono, le canzoni: “Seduta spiritica”, “Quartiere italiano” e “Matematica e aspirina”. Tra i sei finalisti del RockContest di Controradio, Lo Straniero ottiene il “Premio De Pascale” per il miglior testo in italiano. Nel 2015, la band è Artista della Settimana su Mtv New Generation e partecipa a “Sotto il cielo di Fred”–Premio Buscaglione. Il disco d’esordio, omonimo del gruppo, esce nel 2016 e inaugura un tour che porta la band a Londra ed alla partecipazione alla compilation di tributo a David Bowie. È del 2018 l’album Quartiere italiano.

Con una musicalità leggera e  originale, Paolantonio, di Catania, ha raccontato il mondo che lo circonda, gli eroi quotidiani, le speranze e le paure di chi è nato alla fine del secolo scorso nei brani “Lungo la strada”, “Via Farina  80” e “Questa assurda storia” dedicata a Gulio Regeni a testimonianza di quanto può “far male la curiosità”.

Paolantonio ha aperto i concerti di Simone Cristicchi e Fabrizio Moro; esordisce nel 2010 con l’EP “Buona Fortuna”, nel 2014 lancia il brano “Piacere Salvatore”, per l’associazione antiracket Addiopizzo ed è finalista a Musica contro le mafie. Nel 2015 vince il XV Lennon Festival con “Lampedusa”. Nel 2017 a Milano sperimenta gli “street concert” e nel 2018 è finalista al Premio Bindi. Attualmente impegnato nella produzione del suo primo disco e nei club con il concerto “CantautoreTelling”: canzoni e monologhi che raccontano, con ironia e poesia, le peripezie di un cantautore siciliano al Nord e le disavventure “socio-romantiche” di tutta una generazione.

Dalla Calabria arriva la proposta di Andrea Riso classe 88,  con un uno stile pop anglosassone  ha presentato tre brani con testi strutturati e accurati  in una formula musicale pura e sostanziale per recuperare il valore intimo  delle parole: “I suoni nel cassetto”  “Tra lo scorpione e l’altare”  e “L’attimu” canzone in dialetto calabrese. Andrea Riso e la sua tastiera mettono le radici musicali nei locali londinesi di Soho, fino ad arrivare, nel giugno 2016, a calcare il palcoscenico dell’Isle of Wight Festival.

Diventa supporter di James Walsh, leader degli Starsailor, aprendo i concerti nel suo tour nel Regno Unito. In Italia Andrea scrive per giovani artisti come Daniele Coletta (X-Factor), Sara Ciutto… attualmente  impegnato nella realizzazione del suo disco d’esordio.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...