Nel 2020 spiaggia plastic free a San Benedetto, il presidente dell’ Itb Ricci: “Saremo collaborativi ma il costo ricadrà sui clienti”

di Martina Oddi

SAN BENEDETTO – Se normalmente sulla spiaggia non resta mai nulla, tutto viene riciclato in modo capillare, questo fa onore agli operatori balneari. Ma non basta. Il sindaco Piunti ha annunciato che dal 2020 la spiaggia della Riviera sarà plastic free e tutti dovranno adeguarsi. Che ne pensano gli operatori?

Giuseppe Ricci, storico presidente di Itb, dice “se i fornitori ce le portano con contenitori giusti per noi è la stessa cosa perché poi il costo ricade sul cliente stesso”. E così il rincaro dei costi, che ad esempio per bicchieri e piatti si stima del triplo, ricadrà sul cliente finale.

“Noi -aggiunge Ricci- ci impegniamo nella differenziata, nella separazione del cartone, della plastica e delle lattine, del vetro e dell’umido. Ma devono essere i fornitori dalle ditte fornitrici a metterci nelle condizioni, a parte il bicchiere e i piatti. Per noi non comporterebbe più di tanto, quindi noi ci siamo sempre adattati ci adatteremo anche stavolta”.

“Ambiente, ecologia sono fondamentali -prosegue Ricci nella sua analisi- se ci sarà da adeguarsi lo faremo, anche se poi la scelta sta al consumatore, ma se continuano a venderli nei supermercati, parlo per chi viene dalle spiagge libere, poi non è colpa nostra.

Non è la plastica in spiaggia, è tutto il sistema che deve essere riformato, noi facciamo sempre il nostro, la spiaggia è pulitissima, noi la lasciamo così e vorremmo ritrovarla lasciata così, sia dalle persone che le frequentano in inverno con i cani, sia per chi ha il compito di ripristinare le condizioni dopo le mareggiate. Continueremo -conclude il presidente dell’ Itb- con il nostro lavoro anche in inverno, chi deve fare il suo lavoro lo faccia, fondamentale è per la città preservare ciò che vende: il sole il mare e la spiaggia”.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...