Concorso di Poesia

Nessun soldo in più per l’acqua, L’UGL ammonisce la CIIP

Nessun soldo in più per l'acqua, L'UGL ammonisce la CIIP

L’UGL Ascoli Piceno lancia un avvertimento alla CIIP: il contributo che dovrete destinare per il Fondo per la Montagna non deve ricadere sulle tasche dei cittadini:

“L’Acqua è un bene pubblico; è necessario mantenerlo pubblico ma la CIIP deve fare molta attenzione; non può pensare che perché è pubblico possa gravare l’utente di un onere sempre crescente.

Già l’addebito del deposito cauzionale ha generato molta e giusta contestazione tra i cittadini; c’è si, come dice la CIIP, la delibera AEEGSI N. 86/213 a legittimarlo; ma sono tutte operazioni che vanno a gravare sulle tasche dell’utente.

La CIIP sa perfettamente , ed eventualmente glielo ricordiamo noi che i cittadini, anche per la crisi esistente, non sono
più nelle condizioni di pagare un euro di più per il servizio idrico, già oltremodo esoso.

L’aumento aggiuntivo oggi richiesto dalla CIIP dello 0,04 per metro cubo di acqua consumata non è digeribile dai cittadini.

La CIIP oltre che fare belli annunci ha l’occasione di fare qualcosa di veramente pubblico giusto ed equo.

Dica ai cittadini: sappiamo che pagate un costo per il servizio dell’acqua già molto elevato; questo contributo aggiuntivo per il fondo della montagna che dobbiamo dare alla Regione o allo Stato non lo chiederemo a Voi ma lo assorbiremo tagliando spese di immagine, di rappresentanza, di consulenza; eliminando sprechi, dispersioni dell’acqua nelle condotte ecc. ecc. ecc.

La UGL chiede alla CIIP di fare questa strada; ricordiamo che il costo del servizio ha superato il limite di guardia; l’acqua si sta riempiendo di oneri come la benzina; i cittadini sono in collera.”

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...

Lascia un commento