Nuovo sollecito di Usb Ascoli Piceno e Usb Rsu Area Vasta 5 alla direzione sanitaria in merito a ferie, proroga precari e piano di assunzioni


ASCOLI PICENO – “A tutt’oggi ancora nessuna risposta pervenuta da parte della Direzione Area Vasta 5 e ASUR”. Usb Ascoli Piceno, Usb Rsu Area Vasta 5 sollecitano di nuovo la direzione sanitaria in merito al piano ferie estivo 2022, la proproga dei precari ed il piano di assunzioni.

“Nessuna risposta ai lavoratori -si legge nella nota scirtta dell’organizzazione sindacale che riportiamo integralmente- mentre gli stessi lavoratori sono esausti e stanchi e sfiniti da scelte che ricadono solo e soltanto sulla loro pelle! Come la scelta di riaprire la Pneumologia con pl covid postiletto di semintensiva e posti letto ordinari con solo 2 infermieri in turno e 2 o 1 OSS!

E’ inaccettabile un carico di lavoro e un rischio clinico e di sicurezza altissimo! oltre al fatto che incredibilmente dopo lunghi mesi di chiusura si è riaperto il reparto senza aria condizionata pertanto si lavora a temperature proibitive oltre al fatto che i pz che hanno problemi di respirazione costretti a temperature elevate che certamente non ne agevolano le migliori condizioni!! Tutto scelte fatte sulla pelle dei lavoratori senza alcun confronto con i rappresentanti sindacali, come RSU USB abbiamo chiesto incontro per confronto dovuto rispetto a quante risorse umane necessitava un reparto cosi complesso! nessuna risposta!

Cosi come abbiamo scritto e denunciato, l’inammissibile utilizzo addetti alle pulizie, della Dussmann, per servizi a gestione diretta, Anche su questo zero risposte!! Come è inaccettabile il sovrannumero di pazienti ricoverati in tutti i reparti senza che si aumenti il personale addetto all’assistenza, anche in questi reparti come il Servizio Psichiatrico Diagnosi e Cura dove è espressamente sconsigliato superare il numero massimo che nel reparto di SBT è di 12 posti letto addirittura quasi sempre si supera il numero consentito e addirittura si supera il numero massimo consentito per Legge che è di 16 posti letto e più di una volta si è superato arrivando a 17!

Una cosa del tutto illegittima e che crea altissimi rischi sia ai degenti ricoverati sia al personale sanitario ma cosa ovvia non permette di dare la giusta e dovuta assistenza e cura a pz cosi fragili e complessi! Ovviamente -conclude l’organizzazione sindacale- come USB non staremo a guardare e metteremo in atto tutte le modalità di lotta per dare risposte aille lavoratrici e lavoratori della sanità pubblica”.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...