Occupazione giovanile 2017, la Cna Ascoli Piceno in prima linea

ASCOLI PICENO – Per l’anno 2017 sono stati finanziati una serie di incentivi alle assunzioni. “Come Cna di Ascoli Piceno -spiega Francesco Balloni, direttore dell’ associazione- siamo operativi da sempre su questo fronte. Questi dispositivi di agevolazione li giudichiamo particolarmente positivi soprattutto perché rivolti ai giovani, categoria che in tutta Italia, e nella nostra provincia in particolare, incontra davvero enormi problemi per potersi collocare nel mondo del lavoro”.

Incentivo Occupazione Giovani (Decreto direttoriale 2 dicembre 2016, prot. n. 39/394) – Si tratta di un incentivo previsto per le aziende che assumono, nel corso del 2017, giovani tra i 16 e i 29 anni coinvolti nel programma Garanzia Giovani.

L’incentivo consiste:

– nello sgravio dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro, nel limite di 8.060 euro se l’assunzione avviene a tempo indeterminato, anche a scopo di somministrazione, o con contratto di apprendistato professionalizzante

– nello sgravio del 50% dei contributi previdenziali a carico del datori di lavoro, nel limite di 4.030 euro, se l’assunzione avviene con contratto a tempo determinato di almeno 6 mesi.

Gli incentivi sono riconosciuti con uno stanziamento di 200 milioni di euro per tutti i datori di lavoro del territorio nazionale.

Sgravio contributivo per le nuove assunzioni sistema duale (L. bilancio art. 1 co. 308-309)

Si tratta di un incentivo previsto dalla legge di bilancio per l’anno 2017 e rivolto ad aziende che assumono studenti provenienti da percorsi di alternanza scuola-lavoro o apprendistato.

La norma prevede che le aziende che assumono, entro 6 mesi dall’acquisizione del titolo di studio, studenti che hanno svolto presso di loro attività di alternanza scuola-lavoro o apprendistato di primo o terzo livello sono esonerate dal versamento dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro, per un massimo di 36 mesi e di 3.250 euro su base annua. L’incentivo è valido per assunzioni dal 1° gennaio 2017 al 31 dicembre 2018 con contratto a tempo indeterminato, anche in apprendistato.

Benefici per l’apprendistato di primo livello (L. bilancio art. 1 co. 240 lett. b)

Sempre la legge di bilancio per l’anno 2017 ha prorogato al 31/12/2017 i benefici (che erano in scadenza per il 2016) previsti per i datori di lavoro che assumono con un contratto di apprendistato di primo livello. Nello specifico, essi consistono in:

1) Aliquota contributiva ridotta al 5 per cento

2) Aliquota contributiva esente dal contributo di licenziamento

3) Sgravio totale del contributo a carico del datore di lavoro relativo all’Aspi e ai fondi interprofessionali per la formazione.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...

Lascia un commento