Omicidio Giorgi: depositata la perizia, il nipote resta in carcere


ASCOLI PICENO – Resterà recluso nel carcere di Marino del Tronto, Virgilio Cataldi, il 40enne di Ascoli che lo scorso 16 settembre ha ucciso a coltellate la zia Irma Giorgi. Il Gip del Tribunale del capoluogo Anna Lisa Giusti aveva chiesto una perizia d’ urgenza sulle condizioni psichiche dell’ uomo.

Dalla perizia effettuata dal dott. Marco Quercia, responsabile del Servizio Territoriale per le Dipendenze Patologiche dell’Asur di Ascoli le condizioni di salute di Cataldi sono compatibili con il regime di detenzione. Il dott. Quercia ha preso visione della cartella clinica dell’uomo, che era in cura presso il Centro di igiene mentale per problemi di carattere psichico e assumeva molti farmaci ed ha avuto con lui un colloquio in carcere.

Oggi ha consegnato la realazione alla dottoressa Giusti che ha confermato lo stato di detenzione in carcere.

 

 

 

 

 

 

 

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...