Operazione Background, la Guardia di Finanza di Ancona sequestra beni per 12 milioni di euro ad un imprenditore

ANCONA – Nuovi sviluppi nell’operazione “Background” che aveva portato, lo scorso luglio, all’arresto di dodici persone – nove delle quali finite in carcere-. Le accuse erano quelle di associazione per delinquere, bancarotta fraudolenta, reati fiscali, riciclaggio e auto-riciclaggio. A coordinare l’inchiesta era stata la Distrettuale Antimafia di Ancona con la finanza dorica e i militari dello Scico.

Nella giornata di ieri, invece, gli uomini del G.I.C.O. di Ancona e del Servizio Centrale Investigazione Criminalità Organizzata di Roma hanno eseguito il sequestro delle quote sociali e di tutti i beni aziendali di tredici società per un valore di circa dodici milioni di euro. Tutto patrimonio che sarebbe riconducibile ad un imprenditore nato a Porto San Giorgio ma residente a Martinsicuro già destinatario della misura cautelare in carcere.

Il provvedimento è stato disposto dal G.I.P. presso il Tribunale di Ancona, in accoglimento della richiesta formulata dalla locale Direzione Distrettuale Antimafia.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com