Operazioni ad ampio raggio dei Carabinieri nel Maceratese: droga, truffa e furti

carabinieri

PORTO RECANATI – Ieri pomeriggio a Porto Recanati, i Carabinieri della locale stazione deferivano in stato di libertà alla competente autorità giudiziaria, un giovane 23enne, residente a Camerino per violazione dell’ art. 73 d.p.r. 309/90 (detenzione fini spaccio sostanze stupefacenti). Durante un controllo in via Salvo D’Acquisto e dopo una perquisizione, veniva trovato possesso di un grammo di cocaina, diviso in diverse dosi pronte alla cessione.

Il giovane, all’atto del controllo, veniva sorpreso insieme ad un coetaneo di Tolentino, mentre urinavano in pubblico, per cui venivano segnalati entrambi per violazione all’art. 726 c.p. (vilipendio ala pubblica decenza), ai fini dell’emissione di un decreto penale pecuniario da euro 5.000  a 10.000 euro.

Sempre a Porto Recanati, i Carabinieri della locale stazione, al termine di indagini, deferivano in stato di libertà alla competente autorità giudiziaria, per violazione dell’ art. 640 c.p. (truffa), un 25enne, residente a Pontassieve (Fi). Nella trattativa per l’acquisito di un’autovettura che la vittima, un 20enne , residente Porto Recanati, aveva inserito su diversi siti, con artefici e raggiri lo convinceva a versargli mille euro, facendogli credere, falsamente che tale operazione finanziaria gli avrebbe consentito di ricevere la caparra. Il truffatore una volta ricevuto il denaro versato sulla propria poste pay,  subito dopo diveniva irreperibile.

A Recanati (mc), i Carabinieri della locale stazione, al termine di indagini, deferivano in stato di libertà alla competente autorità giudiziaria, per violazione degli artt. 612 – 341bis c.p. (minacce ed oltraggio ad incaricato di pubblico servizio), un 41enne, residente in città. I militari accertavano che, per futili motivi, all’interno di una scuola di Recanati lo scorso 25.02.2019, l’uomo profferiva minacce e frasi oltraggiose nei confronti di un insegnante  del figlio.

Infine a Porto Potenza Picena, i Carabinieri della locale stazione, al termine delle indagini, deferivano in stato di libertà alla competente autorità giudiziaria, per violazione artt. 81 – 624 – 625 c.p. (furto aggravato continuato) un 34enne, residente a Casalnuovo di Napoli (Na), pregiudicato e un 45enne, residente a Pomigliano d’ Arco (Na), pluripregiudicato,

I Carabinieri accertavano, anche visionando immagini della videosorveglianza comunale, che i due uomini nella nottata del 28.02.2019, perpetravano dei furti su auto parcheggiata nella pubblica via. E per la precisione su una Citroen berlingo, dopo averla forzata, asportavano attrezzatura edile per un valore di mille euro e da una Renault Cangoo dopo rubavano altra attrezzatura edile per un valore di duemila euro.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...