Pagelle Samb / Prima rete con la maglia rossoblù per Armin Bacinovic

TERAMO – Queste le pagelle dei rossoblù. Bacinovic in crescita esponenziale, Rapisarda padrone della corsia destra, Damonte onnipresente, in ombra Di Massimo.

Aridità 6: Incolpevole sulle reti incassate. E’ sempre attento nelle uscite aeree e nelle conclusioni da fuori area degli avanti abruzzesi.

Rapisarda 6,5: Presidia la corsia di competenza con autorità. Limita le scorribande offensive ma quando parte in velocità è imprendibile.

Mori 6: Annulla Sansovini e poi anche Barbuti. Dalle sue parti è difficile giocare e con Mattia forma una coppia difensiva bene assortita.

Mattia 6: Sempre in anticipo sull’avversario si sta confermando su buoni livelli di rendimento.

Pezzotti 6: Anche al Piano d’Accio il capitano rossoblù fornisce una prestazione sufficiente e senza particolari sbavature.

Damonte 7: Il migliore in campo. E’ presente su ogni pallone dando un ottimo contributo anche in fase di copertura a Bacinovic. Nei minuti finali si piazza davanti la difesa arpionando tutto ciò che passa dalle sue parti.

Bacinovic 7: Primo gol con la maglia della Samb. Dirige l’orchestra con sagacia e maestria. Sta migliorando anche in tenuta atletica e non è poco. Faro.

Lulli 6: L’ ex di turno ci teneva a fare bella figura davanti ai suoi tifosi. Si crea un paio di occasioni da rete ma trova Narciso sulla sua strada.

Mancuso 6,5: Canta e porta la croce. Suo il corner da cui nasce il gol di Bacinovic. E’ braccato in ogni parte del campo dai difensori abruzzesi. In tribuna a vederlo c’era anche il presidente del Pescara Sebastiani.

Sorrentino 5: Lotta, sgomita, sbuffa ma praticamente non tocca un pallone, sovrastato dai centrali biancorossi.

Di Massimo 5: E’ suo l’ assist per il vantaggio del Teramo. Poi dopo l’ erroraccio, praticamente scompare dal campo.

Bernardo 5: Una legge matematica dice: invertendo i fattori il prodotto non cambia. Sostituisce Sorrentino ma anche lui è soverchiato fisicamente dai difensori di casa.

Vallocchia sv: Si fa apprezzare per una conclusione da fuori bloccata da Narciso e per l’ardore che mette in campo.

Latorre: trenta secondi e poi sotto la doccia.

Sanderra 5,5: Sicuramente dopo la gara con la Reggiana tutti si aspettavano qualcosa in più dalla sua Samb. Ed invece ecco una gara al piccolo trotto, con poco agonismo. Il gol di Speranza al secondo di recupero gli rende il sabato amaro, ricevendo così dal Teramo un bel pesce d’ Aprile.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...

Lascia un commento