Concorso di Poesia

Pagelle Samb / Vallocchia super, Mancuso bomber di razza, Mori e Radi colonne

SAN BENEDETTO – Queste le pagelle dei rossoblù.

Aridità 6,5: Sempre sicuro negli interventi, dà sicurezza a tutto il reparto. Poi intorno alla mezzora ecco l’infortunio muscolare che lo costringe ad uscire. La speranza è che non sia nulla di grave. Saracinesca.

Pegorin 6: Non era facile subentrare a freddo e poi prima di una punizione dal limite. Ma si fa trovare subito pronto, bloccando a terra la conclusione di Ferretti. Complimenti.

Rapisarda 6,5: Oltre a chiudere bene sul suo diretto avversario, si fa apprezzare anche in fase di proponimento. Si vede che ha nelle gambe tante partite di Lega Pro. La sua esperienza (a giugno compirà 25 anni) può essere molto utile per la causa rossoblù.

Mori 7: Elemento imprescindibile della retroguardia della Samb. Un calciatore ritrovato dopo un paio di stagioni in ombra causa infortuni. Non per nulla in un’Italia-Spagna Under 21 annullò Morata. The Wall.

Radi 7: Esperienza e fisico. Dalle sue parti non si passa. Da una sua punizione Sabatino sfiora il raddoppio. Con Mori forma veramente una coppia di arcigni centrali.

Grillo sv: Fino a quando è rimasto in campo ha presieduto con autorità la fascia di competenza. Esce per un infortunio muscolare.

Pezzotti 6,5: Diligente prestazione del capitano rossoblù. Chiude bene in fase difensiva e con il suo sinistro cerca spesso i compagni del reparto avanzato.

Vallocchia 8: Una rete da cineteca. Sanderra lo rispolvera da titolare dopo tanta anticamera. Ed il giovane ex Benevento, lo ripaga con un’ottima prestazione anche sotto il profilo tattico.

Damonte 6,5: Lavoro oscuro e concreto. E’ lui la diga del centrocampo rossoblù. Certo difetta in dinamismo ma vi sopperisce con il fisico e l’esperienza. Granatiere.

Sabatino 6,5: Macina di nuovo chilometri su chilometri, non mollando mai di un centimetro. Sfiora il gol di testa.

Mancuso 7,5: Undicesimo sigillo stagionale, alla sua maniera con un destro chirurgico appena entrato in area di rigore. Ma anche tanto sacrificio per la squadra.

Agodirin 6: Ci mette tanto cuore. Ha sulla testa la palla la palla del possibile raddoppio nel primo tempo ma la spreca malamente. Generoso.

Di Massimo 6,5: Suo l’assist per il gol di Mancuso. Si fa apprezzare anche in fase di recupero. Sta crescendo gardualmente.

Sorrentino 6: Entra subito nel vivo del match. Si vede che ha tanta voglia di fare.

Sanderra 6,5: Se la squadra ha rispettato le consegne affidatele vuole dire che il nuovo allenatore è entrato in sintonia con il gruppo. E questa non è cosa da poco, anzi. Ha chiesto rinforzi alla società e si attende novità positive entro martedì prossimo.

foto Alberto Cicchini

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...

Lascia un commento