Patrimonio in pericolo: a Macerata e Camerino un convegno per parlare di sicurezza prevenzione e rinascita, riflessioni ed esperienze territoriali

MACERATA – Nell’anno Europeo del patrimonio Culturale la Regione Marche, in collaborazione con il Ministero dei beni e delle Attività culturali e del Turismo, il Consiglio nazionale delle Ricerche, il Comune di Macerata, il Comune di Camerino, l’Università degli Studi di Macerata, l’Università di Camerino e la Presidenza del Consiglio dei Ministri – Casa Italia, promuove il 13 aprile a Macerata e il 14 aprile a Camerino il convegno “Patrimonio in pericolo: sicurezza, prevenzione e rinascita. Riflessioni ed esperienze territoriali”.

Si tratta di un confronto pubblico sulle tematiche della prevenzione e della sicurezza del patrimonio culturale dopo il sisma, con la presentazione di strategie e di interventi messi in campo sia per il recupero dei beni che per il rilancio dell’attività di valorizzazione e delle capacità attrattive del territorio. In particolare, nella sessione in programma a Macerata saranno approfonditi i temi della rinascita per la comunità e dello sviluppo territoriale, mentre in quella prevista a Camerino, la mattina di sabato 14 aprile, si tratterà di sicurezza, prevenzione e ricostruzione.

“Nell’Anno Europeo del Patrimonio Culturale è molto importante che Macerata sia stata scelta come una tappa del percorso di riflessione avviato dal Mibact su tutto il territorio nazionale. Qui, dopo il 30 ottobre 2016, con i comuni abbiamo fatto un grande percorso di consapevolezza proprio a partire dai beni culturali. I Comuni nella grande alleanza della Marca Maceratese hanno ribadito il profondo legame con il proprio patrimonio” afferma il sindaco di Macerata Romano Carancini.

L’occasione dell’incontro cui intervengono esperti internazionali del settore è anche l’occasione per far conoscere i beni culturali di Macerata e per presentare le migliori pratiche di valorizzazione del territorio. “Il convegno inizia a Palazzo Buonaccorsi dove possiamo confrontarci sulla capacità dei Musei Civici di Macerata di essere un centro culturale attivo ogni giorno con la mostra Capriccio e Natura e il legame con il territorio colpito dal sisma , con la mostra La via delle storie e i libri illustrati che parlano di Cina, con i laboratori artistici che coinvolgono i ragazzi del Liceo Artistico di Macerata e i rifugiati del Centro d’Ascolto in un bellissimo percorso di integrazione. E poi l’Ecomuseo di Villa Ficana un incubatore culturale per i giovani dell’Europa ” sottolinea Stefania Monteverde assessore alla cultura.

Il convegno prende quindi il via a Macerata, domani, venerdì 13 aprile, affrontando il tema La Rinascita. Comunità e sviluppo territoriale. Sabato invece a Camerino si parlerà di Sicurezza prevenzione e ricostruzione.

Questo il programma:

MACERATA – ore 10 Musei civici di Palazzo Buonaccorsi

Le mani sul patrimonio. Buone pratiche ai Musei civici di Palazzo Buonaccorsi, il museo per tutti

Saluti: Stefania Monteverde, Assessore alla Cultura del Comune di Macerata

Il patrimonio oltre il sisma

Visita alla mostra “Capriccio e Natura. Arte nelle Marche nel secondo Cinquecento”

con i volontari del Servizio Civile Nazionale “Non3mo”

 Mani che parlano. Un progetto con gli studenti e con i giovani richiedenti asilo ospiti del Centro d’ascolto di Macerata, con Giuliana Pascucci, curatrice dei Musei civici di Palazzo Buonaccorsi, insieme a Leonardo Properzi e Marco Franchini del Liceo artistico “Giulio Cantalamessa”

Progetto Wiki Appennino Centro Italia. Serve un ecosistema digitale post-terremoto?, con Pierluigi Feliciati, Università di Macerata, Dipartimento di Scienze della Formazione, dei Beni Culturali e del Turismo

Ore 14 Teatro della Società Filarmonico Drammatica

Saluti a cura di

Romano Carancini, Sindaco di Macerata

Moreno Pieroni, Assessore alla Cultura e al Turismo della Regione Marche

On. Silvia Costa, Commissione Cultura e Istruzione del Parlamento Europeo

Francesca Furst, Segretario Regionale del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo per le Marche

Francesco Adornato, Rettore dell’Università di Macerata

Interventi

Pensare il territorio

Aldo Bonomi, Direttore del Consorzio Agenti di Sviluppo del Territorio (AASTER)

Dov’era come sarà: la sfida della rigenerazione territoriale e sociale dell’Appennino

Fabio Renzi, Segretario generale della Fondazione Symbola

Verso il patto per la ricostruzione e lo sviluppo

Pietro Marcolini, Presidente dell’Istituto Adriano Olivetti (ISTAO)

Resilienza e politica economica territoriale: strumenti ed obiettivi

Claudio Socci, Università di Macerata, Dipartimento di Economia e Diritto

Il rapporto di Casa Italia (2017) e l’attivazione di politiche di prevenzione come leva per lo sviluppo territoriale e la coesione delle comunità

Pietro Petraroia, Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento “Casa Italia”

Gli itinerari culturali, volano di crescita sostenibile per le aree interne

Michel Thomas Penette, Former Director of the European Institute of Cultural Routes (EICR)

Il rilancio turistico dell’area colpita dal terremoto attraverso alcune indicazioni derivanti dall’ascolto della rete

Magda Antonioli, Università Bocconi, Dipartimento di Analisi delle Politiche e Management Pubblico

Ore 18,30 Visita all’Ecomuseo delle case di terra di Villa Ficana.

Un’esperienza innovativa di valorizzazione e gestione del patrimonio culturale,

con i giovani del Servizio Civile Nazionale e del Servizio Volontario Europeo

CAMERINO – Sabato 14 aprile

Ore 9 Sala Conferenze dell’Università di Camerino

Saluti

Gianluca Pasqui, Sindaco di Camerino

Angelo Sciapichetti, Assessore alla Valorizzazione dei beni ambientali, trasporti, protezione civile,

politiche per la montagna e le aree interne della Regione Marche

Carla Di Francesco, MiBACT Segretario Generale

Claudio Pettinari, Rettore dell’Università di Camerino

Massimo Inguscio, Presidente del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR)

Michele Suriani, Vice Direttore Regionale Marche Agenzia del Demanio

Ore 10 Sessione 1 – Emergenza, verifiche

Chairman: Antonia Pasqua Recchia, Consigliere del Ministro MiBACT

Interventi

Il coordinamento generale dell’emergenza nella sequenza sismica dell’Italia Centrale

Mauro Dolce, Dipartimento della Protezione Civile

L’organizzazione emergenziale per i beni culturali

Fabio Carapezza Guttuso, Prefetto Coordinatore UCCN MiBACT

Verifiche di agibilità e analisi del danno

Andrea Prota, Università di Napoli, Dipartimento di Strutture per l’Ingegneria e l’Architettura

Dall’emergenza alla ricostruzione

Paolo Iannelli, Soprintendente speciale per le aree colpite dal sisma

Ore 12 Sessione 2 – Il ruolo della ricerca

Chairman: Gisella Capponi, Direttore Istituto Superiore per la Conservazione e il Restauro (ISCR) del MiBACT

Interventi

Il coordinamento della ricerca europea sul patrimonio culturale e il ruolo degli stati membri: la JPI on CH – Cristina Sabbioni, Direttore dell’Istituto di Scienze dell’Atmosfera e del Clima del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR)

La sostenibilità del patrimonio culturale a fronte di eventi estremi

May Cassar, Director of the UCL Institute for Sustainable Heritage – UK

La ricerca: le nuove frontiere per il recupero dei beni culturali – diagnostica, nuovi materiali

Marco Materazzi, Università di Camerino, Scuola di Scienze e Tecnologie

La ricerca: le nuove frontiere per il recupero dei beni culturali – messe in sicurezza e consolidamento

Graziano Leoni, Università di Camerino, Scuola di Architettura e Design

La ricerca e l’innovazione per il patrimonio culturale come fattori di sviluppo:

perchè il CNR sostiene il progetto di polo scientifico tecnologico

Gilberto Corbellini, Direttore Dipartimento di Scienze Umane e Sociali, Patrimonio Culturale del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR)

Ore 15 Visita al centro storico di Camerino

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...