Concorso di Poesia

Pd Fermo: “Le primarie esempio di buona politica”

Fermo - PD: "Nessun ostracismo nel confronti della Spiga"

Successo o insuccesso delle primarie stiamo leggendo che di correnti di pensiero ce ne sono variegate. Una puntualizzazione ci tiene però a farla il Partito Democratico di Fermo sottolineando l’importanza di questo momento di partecipazione democratica:

“Il Partito Democratico di Fermo, nel prendere atto del risultato delle primarie che hanno portato alla individuazione del candidato alla Presidenza della Regione Marche per il PD nella persona di Luca Ceriscioli, ritiene che lo svolgersi di questa consultazione abbia rappresentato un importante momento di partecipazione alla vita democratica, testimoniato da una buona partecipazione al voto a livello regionale. Relativamente al dato locale, ossia alla città di Fermo, pur assumendo che si tratta di un risultato non esaltante in termini di partecipazione, si evidenzia tuttavia come il PD risulti l’unica realtà partitica ancora in grado di mobilitare, in modo significativo, i cittadini. Questa capacità va chiaramente commisurata alle difficoltà che, in generale, vive oggi la politica nel rapportarsi con la cittadinanza, una difficoltà che non è certo soltanto prerogativa di Fermo e che non può essere pertanto automaticamente riconducibile, come artatamente fatto da taluni, alle recenti vicende amministrative della giunta Brambatti. Parlare di bocciatura e di flop delle primarie regionali a Fermo da parte di chi rappresenta solo se stesso o poco altro è una provocazione che respingiamo al mittente.

L’intento del Partito Democratico è quello di proseguire un lavoro di ricomposizione delle sue varie anime per puntare, in modo propositivo, alla prossima sfida elettorale: le elezioni comunali. Nel far questo sarà necessario un confronto vero con la cittadinanza, e la capacità di articolare un progetto, per Fermo, condiviso e fattibile. Ecco perché il passaggio attraverso le primarie per la scelta del candidato sindaco, qualora ovviamente sussistano più candidature, rappresenterà un ulteriore momento di “buona politica”. Questo, sia chiaro, senza porre veti e condizioni ad alcuno.

Auspichiamo altresì che possano ricrearsi le condizioni per ripensare un’alleanza di governo della città in un’ottica più consapevole, e scevra da quei personalismi e quelle chiusure che hanno portato alla fine anticipata dell’esperienza amministrativa del centrosinistra.”

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...

Lascia un commento