Pergola, riapertura provvisoria della strada provinciale 94 Monterolo

PERGOLA – “Con fondi MIT 2020, pari a 100mila euro, riapriremo in via provvisoria la strada provinciale 94 ‘Monterolo’ chiusa dal febbraio 2018, in attesa dei finanziamenti regionali che permetteranno la sistemazione di tutto il versante, interessato come noto da un ampio dissesto”.

E’ quanto evidenzia il presidente della Provincia di Pesaro e Urbino Giuseppe Paolini, che spiega: “Come emerge dai sondaggi geologici e dalla relazione geotecnica effettuati dalla Regione Marche, per consolidare l’intero versante interessato dal dissesto sono necessari interventi molto consistenti, che vanno al di là delle competenze della Provincia e che richiedono un ingente investimento economico.

Si tratta di realizzare palificate a profondità importanti, dai 6 agli 8 metri al di sotto del piano stradale, per le quali la Regione ha già attivato le procedure, anche se i tempi per ora non sono certi. Nel frattempo, visto che la relazione geotecnica regionale ed il monitoraggio continuo che stiamo effettuando evidenziano come il dissesto, a due anni di distanza, sia rimasto stabile, con i 100mila euro del Ministero Infrastrutture e Trasporti nel mese di settembre effettueremo un intervento di ingegneria naturalistica per il ripristino temporaneo della percorribilità della strada provinciale 94 Monterolo, venendo incontro alle esigenze della popolazione e riducendo al tempo stesso le spese continue sostenute dalla Provincia per la manutenzione della strada comunale di Castelrotto, utilizzata in alternativa”.

LA SOLUZIONE TEMPORANEA

Dell’intervento che la Provincia effettuerà per la riapertura della Sp 94 “Monterolo” parla il dirigente del Servizio Viabilità Mario Primavera: “La soluzione temporanea che abbiamo individuato è quella di realizzare palificate in legno di castagno nelle 3 zone in cui è stata suddivisa l’area, zone in cui la profondità del materiale di riporto è di circa un metro, di poco variabile tra le diverse posizioni, con uno strato di consistenza adatta all’infissione di questo tipo di pali, che essendo in legno potranno essere rimossi e smaltiti con più facilità al momento della realizzazione del progetto di consolidamento.

La prima zona, provenendo da Pergola, presenta una frana di valle di circa 70 metri di fronte, per una profondità massima di 2,5 metri circa. La seconda zona, con un fronte di circa 80 metri, ha una scarpata meno alta, mentre la terza zona non ha una vera e propria scarpata in frana, ma un movimento diffuso dovuto alla grande quantità di acqua presente nel versante. Realizzeremo un drenaggio per diminuire l’acqua presente e ripristinare il fondo stradale.

Su tutto il tratto verranno realizzati fossi per la regimazione delle acque piovane e tombini di scarico. Il tratto di strada interessato dai lavori verrà pavimentato con emulsione e graniglia a triplo strato e verrà posto in opera il guardrail necessario alla protezione”.

IL MOVIMENTO FRANOSO DEL 2018

Il consistente movimento franoso che ha interessato un lungo tratto della strada provinciale 94 “Monterolo” risale al febbraio 2018, causato dalle eccezionali piogge di quel periodo. La strada fu chiusa al traffico, deviato sulla strada comunale di Castelrotto. “Nel giugno 2018 – spiega Primavera – venne stipulata una convenzione tra Provincia e Comune di Pergola, a seguito della quale sono stati eseguiti alcuni lavori di adeguamento della strada comunale per agevolare il traffico.

Tali lavori, per un importo di circa 40mila euro sostenuto dalla provincia, hanno però diminuito di poco il disagio della popolazione, costretta a percorrere la strada più lunga e tortuosa. Successivamente la Provincia ha fatto ulteriori operazioni di manutenzione sulla strada comunale di Castelrotto, accollandosi le relative spese. Nel frattempo, insieme al Comune di Pergola, sono state avviate procedure per ottenere finanziamenti da parte della Regione Marche, al fine di realizzare un intervento complessivo di ripristino”.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...