Pesaro: La danza del reale immaginario, performance a Palazzo Mosca

PESARO – Torna a Pesaro il “Teatro danza sensibile” di Teatro danza sensibile di Lara Martelli danzatrice, coreografa e ricercatrice con esperienza internazionale. Giunto al quarto anno, il corso di studi sul movimento dal sensibile “Il corpo insegna” approda, come di consueto, ad uno stage di una settimana in residenza alla Chiesa della Maddalena che si concluderà sabato 28 luglio alle 20 con performance aperta al pubblico (ingresso libro, consigliata la prenotazione scrivere
a info@presszanchi.com).

Il tema è “La danza del reale immaginario” come territorio di esplorazione, viaggio e scoperta. Un viaggio che prima del finale, prevede anche una incursione urbana con performance nel cortile di Palazzo Mosca – Musei Civici, venerdì 27 luglio alle 18.30 (ingresso libero).

Dopo aver condotto il suo gruppo in un percorso di ricerca attraverso la meditazione e lo yoga del Kashmir, con focus sull’ascolto delle percezioni e la tattilità, e ilmovimento sensoriale dal metodo Danis Bois, movimento interno innato, Lara guiderà i performer alla composizione istantanea in assolo e in duetto, tramite gli strumenti della danza contemporanea, per inoltrarsi nell’esplorazione del “reale immaginario”.

“L’improvvisazione è come un foglio bianco che si scrive da sé, lo spazio vuoto che si riempie di segni che nascono e spariscono nell’istante e la danza del reale (immaginario) si dispiega”.  Il pubblico sarà invitato a lasciarsi trasportare nell’effimero spazio-tempo della danza verso la dimensione del “reale immaginario” ispirato e alimentato da luoghi
che traspirano arte e storia come il cortile dei Musei Civici e la suggestiva aula circolare della Maddalena.

“Nell’arte il reale è l’immaginario che si offre allo sguardo dello spettatore disposto a concedere credibilità e a lasciarsi attraversare da ciò che vede. Tramite l’immaginario che esprime la presenza di un’assenza, si traccia e si scrive di una materia e della sua stessa evanescenza. Ci troviamo al confine tra ciò che è corporeo e la sua evocazione
fantasmatica”.

L’evento è realizzato con il patrocinio di Comune di Pesaro e Quartiere 1 Centro Mare, in collaborazione con Associazione culturale MACULA e Pesaro Musei.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...