Pesaro-Urbino, insediato il nuovo Consiglio Provinciale

PESARO – Si è insediato questa mattina il nuovo Consiglio provinciale di Pesaro e Urbino, composto da 8 consiglieri della lista di centrosinistra “Provincia Casa dei Comuni” (Emanuele Feduzi, Omar Lavanna, Barbara Massi, Enrico Nicolelli, Chiara Panicali, Alessandro Piccini, Palmiro Ucchielli, Mico Zenobi) e 4 consiglieri della lista di centrodestra “Cambiamo pagina” (Giovanni Dallasta, Margherita Mencoboni, Enrico Rossi, Giacomo Toccaceli). Ad inizio seduta, sono stati nominati i due capigruppo, che per legge sono i consiglieri che hanno ottenuto più preferenze, vale a dire Emanuele Feduzi per la lista “Provincia Casa dei Comuni” e Margherita Mencoboni per la lista “Cambiamo pagina”.

“Auguro ai nuovi eletti un buon lavoro – ha detto il presidente della Provincia Giuseppe Paolini -, in questi anni, indipendentemente dalle appartenenze politiche, il consiglio provinciale ha sempre operato mettendo al primo posto i cittadini ed il territorio e per questo voglio ringraziare di nuovo gli ex consiglieri Sirotti, Dellonti, Barbieri, Alessandri, Paolucci e Merendoni per la collaborazione e lo spirito di servizio dimostrati. Mi auguro che si possa collaborare anche ora con questo intento”.

All’ordine del giorno, oltre alla convalida degli eletti, la convenzione tra Provincia di Pesaro e Urbino e Comune di Urbino, approvata all’unanimità, che regola la presenza del neo segretario generale della Provincia Michele Cancellieri per tre giorni a settimana in Comune e per tre giorni in Provincia.

All’esame dei consiglieri anche la possibilità, offerta dalla legge di bilancio di recente approvazione, di chiedere un’anticipazione alla Cassa Depositi e Prestiti (con un tasso di interesse più basso rispetto a quello applicato dalle banche) per pagare in tempi più celeri le fatture 2018, dando un segnale importante ai fornitori e alle attività produttive del territorio. Questo punto è stato approvato con l’astensione dei quattro consiglieri di “Cambiamo pagina”, trattandosi, come motivato dalla capogruppo Margherita Mencoboni, di un atto dell’amministrazione precedente.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...