Concorso di Poesia

Petritoli – Caso Monaldi, UGL: “Rinunciare alla CIGS atto di macelleria sociale”

Petritoli - Caso Monaldi, UGL: "Rinunciare alla CIGS atto di macelleria sociale"

L’UGL provinciale non intende darsi per vinta e continua la sua battaglia per salvare i 31 lavoratori dello stabilimento Monaldi di Petritoli:

“Agroalimentare F.lli Monaldi Spa in fallimento ha due rami d’azienda in affitto ed un vincolo di Monaldi Italia Srl a partecipare alla gara di vendita dell’intero complesso aziendale almeno con un ‘offerta fino a 7 milioni di Euro.

Francamente non riusciamo a comprendere perché, considerato il complesso aziendale vivo che consente in divenire il recupero quantomeno di una parte delle unità lavorative del sito di Petritoli, il Curatore Fallimentare si ostini a mettere una serie contraddittoria di paletti , al limite della pretestuosità, per avviare la richiesta di proroga di 6 mesi di CIGS ; abbiamo scritto al Giudice Delegato che le modalità della liberatoria richiesta dal Curatore Fallimentare ad ogni dipendente genererebbero un cortocircuito di improcedibilità per la richiesta di CIGS.

Sale forte la sensazione che la Curatela Fallimentare si voglia disfare il prima possibile dei 31 lavoratori in forza al sito di Petritoli.

Certamente per le OO.SS., in un momento di drammatica disoccupazione e nella attuale vitalità del complesso unitario F.lli Monaldi Spa in fallimento, licenziare 31 lavoratori sarebbe un delitto.

Stiamo facendo battaglie campali per l’occupazione; dovremmo addirittura insorgere quando un Curatore Fallimentare, a disponibilità di legge e con un complesso unitario aziendale vitale e produttivo, decidesse di chiudere la CIGS e licenziare i lavoratori; sarebbe un atto di macelleria sociale.

Ci poniamo la domanda: a chi giova licenziare i 31 lavoratori del sito di Petritoli? Certamente a Monaldi Italia Srl che ha preso in affitto la polpa della F.lli Monaldi Spa e già si appresta ad acquisire in proprietà il tutto.

E’ chiaro che l’interesse della Monaldi Italia Srl , che attualmente ha solo in affitto due rami d’azienda di F.lli Monaldi Spa è disfarsi dei lavoratori di Petritoli e poi avere carta bianca per agire in piena libertà.

Il Curatore Fallimentare Dott. Mattiozzi, però ha la sua autonomia ed un altro obiettivo; ha il valore aggiunto della vendita unitaria della F.lli Monaldi Spa ed ha interesse per miglior garanzia dei creditori, a vendere al più alto prezzo possibile.

E poi c’è il territorio, saccheggiato di brand, realtà produttive ed occupazionali; va difeso e recuperato al lavoro produttivo.

In questi pochi giorni che ci separano da scelte definitive invitiamo la Curatela Fallimentare ad approfondire alcune considerazioni e ripensare alcuni atteggiamenti.

La soluzione per la richiesta di proroga di 6 mesi di CIGS è veramente a portata di mano.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...

Lascia un commento