Piscina olimpica all’aperto e poligono di tiro a Passo Varano, tra i progetti del PNRR per Ancona

ANCONA – La progettazione legata al PNRR prosegue per il Comune di Ancona con il reperimento dei fondi necessari alla realizzazione di due importanti impianti sportivi di valenza nazionale e internazionale per la città, che contribuiranno a strutturare ulteriormente l’offerta della cittadella sportiva del Conero a Passo Varano: una piscina olimpica all’aperto e un poligono con impianto di tiro all’aperto, impianto indoor di tiro ad aria compressa, palestra per la preparazione atletica e relativi servizi.

Ieri la giunta comunale ha infatti approvato le candidature per l’accesso ai finanziamenti di due avvisi pubblici contenuti nella Missione 5 del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, il primo finalizzato a realizzare interventi di recupero di aree urbane con nuovi impianti sportivi, cittadelle dello sport, impianti polivalenti indoor e impianti natatori, il secondo per favorire il recupero di aree urbane attraverso la realizzazione o rigenerazione di impianti sportivi per cui sussista il particolare interesse sportivo o agonistico di almeno una federazione sportiva. Le domande di ammissione ai finanziamenti sono state presentate oggi secondo le modalità previste dal bando, in base agli studi preliminari e ai relativi quadri economici già elaborati dai tecnici e dagli uffici comunali.

La nuova piscina olimpica di 50 per 25 metri, con relativi servizi, è prevista all’interno di uno spazio non superiore ai 4000 metri nell’ampia area di circa 5 ettari che si trova di fronte agli impianti attualmente esistenti (una zona di grandi dimensioni che, con apposito bando, sarà in seguito destinata ad arricchire ulteriormente l’offerta di servizi e la funzionalità della cittadella sportiva). Il finanziamento massimo previsto è di 2,5 milioni di euro, perfettamente in linea con le stime progettuali.

L’idea progettuale per il poligono di tiro prevede un impianto all’aperto da 25 metri e 50 metri, un impianto di tiro ad aria compressa indoor da 10 metri, una palestra di circa 600 metri quadrati per il lavoro atletico, un corpo servizi di circa 400 metri quadrati: una struttura all’avanguardia per una disciplina praticabile in tutte le sue fattispecie (pistola aria compressa 10 metri donne/uomini, pistola automatica 25 metri uomini, pistola sportiva 25 metri donne, pistola 10 metri mista, carabina 10 metri donne/uomini, carabina libera 3 posizioni 50 metri uomini, carabina sportiva 3 posizioni 50 metri donne, carabina 10 metri mista).

Il progetto per Ancona si rivolge dunque alle numerose persone che praticano questa disciplina sia a livello sportivo agonistico o amatoriale, sia per finalità lavorative di addestramento, sia per il periodico aggiornamento dell’autorizzazione al porto d’armi, che attualmente devono rivolgersi a comuni vicini, senza comunque poter fruire di un impianto simile a quello progettato. Il poligono si troverà tra il palazzetto e la curva Nord dello stadio. Il finanziamento massimo concedibile è di 4 milioni di euro, somma anche in questo caso compatibile con le stime progettuali effettuate. Per la presentazione della candidatura per la realizzazione del poligono di tiro è pervenuta al Comune, come previsto dal bando, la formale manifestazione di interesse da parte della federazione Unione Italiana Tiro a Segno.

“La piscina da 50 metri – afferma l’assessore allo Sport Andrea Guidotti – sarebbe molto importante per il capoluogo di regione, come il poligono di tiro è un’ottima opportunità sportiva e agonistica, per una disciplina in cui l’Italia occupa il sesto posto nel medagliere olimpico. Ancona arricchirebbe dunque la propria già affermata valenza nazionale e internazionale, dovuta a impianti unici come il Palaindoor e a strutture di livello come ad esempio lo stadio del Conero e il Palarossini e i numerosi altri impianti di cui disponiamo.

Con queste scelte puntiamo a rafforzare le possibilità di affermazione delle nostre numerose associazioni sportive, vivaio di atleti di grande livello e con importanti potenzialità. Ma non solo: questa sarebbe una grande occasione per coinvolgere ancora di più i cittadini e i nostri ragazzi con ulteriori attività sportive e socio-ricreative. Voglio ringraziare tutti gli uffici che in questi giorni si sono impegnati con competenza e velocità, visti i tempi strettissimi per presentare le domande, che mi auguro siano accolte, perché si tratta veramente di una grandissima opportunità di crescita a tutto campo per Ancona”.

“Questo momento storico nella Pubblica amministrazione – conclude Guidotti – è pieno di grandi opportunità di investimento e il compito delle amministrazioni è coglierle al massimo delle possibilità, con orizzonti a breve, a medio e a lungo termine, capaci di cambiare veramente il volto delle nostre città. Si avvicina e diventa sempre più concreto il progetto, e il sogno, di attuare quel circuito virtuoso capace di dotarci di uno spazio sportivo completo al servizio dei cittadini e competitivo a livello nazionale e internazionale, per accrescere sempre di più il binomio sport e turismo, volano di economia”.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...