Più accessibili le spiagge libere di Grottammre, inviato il progetto alla Regione Marche

GROTTAMMARE – La spiaggia sarà più accessibile per le persone con disabilità. Con la finalità di ottenere un contributo regionale, è stato presentato nei giorni scorsi un progetto  per favorire l’adeguamento delle aree demaniali alle necessità delle persone con difficoltà di movimento.

Il progetto, firmato dal tecnico comunale ing. Pierpaolo Petrone, prende in considerazione due punti del litorale cittadino: uno sulla spiaggia libera (S30) del lungomare Colombo, subito a nord dello stabilimento balneare Ciaschì; uno sulla spiaggia libera (S5) immediatamente a sud dello stabilimento balneare Delfino blu.

Per entrambi i tratti, si prevede la posa di una corsia fino alla battigia, mediante apposite carrozzine da mare per lo spostamento sulla sabbia e fin dentro l’acqua (2 per tratto, con differenti caratteristiche di utilizzo); il potenziamento delle piazzole delle docce esistenti e lavori di adeguamento per facilitare l’utilizzo delle docce stesse alle persone in carrozzina. Valore complessivo 12.061,17 €.

“Il progetto – sottolinea il sindaco Enrico Piergallini – si inserisce all’interno di un percorso che il comune di Grottammare ha intrapreso con maggior consapevolezza negli ultimi anni: l’approvazione del Piano per l’abbattimento delle barriere architettoniche. La maggiore accessibilità di alcuni monumenti ed edifici comunali, la scelta di aderire alle buone pratiche della Bandiera Lilla sono le tappe intraprese fino ad ora per rendere Grottammare una città più responsabile e giusta”.

E’ appena del mese scorso, infatti, l’assegnazione della “Bandiera Lilla”, il marchio che riconosce al Comune l’esistenza di infrastrutture, attrezzature ed opere di urbanizzazione con un elevato grado di abbattimento delle barriere architettoniche e avvia un percorso di continuo miglioramento della città, in grado di potenziare anche l’offerta turistica.

Il bando è finanziato dalla legge regionale n.34/2018 e prevede punteggi anche in base alla compartecipazione del Comune, che l’ente ha stabilito in 4.061,17 € per avere maggiori possibilità di assegnazione del contributo regionale pari a 8.000 €.

Per quanto riguarda il Piano per l’abbattimento delle barriere architettoniche in ambito urbano, è previsto per mercoledì prossimo un incontro con i tecnici  dell’impresa affidataria dei lavori per definire gli ultimi dettagli propedeutici all’apertura del cantiere.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...