Polline di Carta, i ragazzi dell’ Isc Folignano-Maltignano si trasformano in detective

FOLIGNANO – Gli studenti folignanesi diventano detective della Scientifica per un giorno. I ragazzi si sono messi alla prova effettuando rilievi come aspiranti agenti di polizia: le stanze di Ludoteca 4.0 a Villa Pigna sono state il teatro della riproduzione di una scena del crimine. L’iniziativa è stata realizzata da Polizia di Stato, Questura di Ascoli e Gabinetto interregionale di Polizia Scientifica per le Marche e l’Abruzzo.

Gli alunni dell’Isc Folignano Maltignano hanno appreso le nuove tecnologie a disposizione per le indagini nei casi di omicidio. Entusiasmo alle stelle per i giovani alle prese con metodi scientifici per rilevare impronte, luminol, provette e identikit. L’appuntamento fa parte del Festival letterario “Polline di Carta”, in svolgimento in questi giorni a Villa Pigna.

Presenti con i ragazzi sulla scena del crimine il sindaco Matteo Terrani e il questore di Ascoli, Massimo Modeo, che sarà anche protagonista, sabato 1 ottobre alle 18.30 nella sala conferenze dell’Hotel Villa Pigna, di un crime talk con la scrittrice e conduttrice televisiva, Cinzia Tani, l’autore Giampaolo Simi, Massimiliano Olivieri (Polizia scientifica di Ancona), il giornalista Enzo Verrengia, lo psichiatra Corrado De Rosa e l’avvocato Mauro Gionni: insieme ricostruiranno l’architettura dei romanzi gialli.

«Siamo da sempre vicini ai giovani e alle nuove generazioni: sono i cittadini di domani, vogliamo far in modo che siano quanto più consapevoli del ruolo di tutte le forze di polizia», ha spiegato il questore Modeo. «Abbiamo invitato il questore al nostro festival “Polline di Carta” e da lui è arrivata l’idea di questa iniziativa con le scuole. È per noi una grande soddisfazione», ha aggiunto Raffaella Vagnoni, consigliera comunale di Folignano.

“Polline di Carta”(dal 26 settembre al 1 ottobre)

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...