Porto San Giorgio: campo sportivo, effettuato il collaudo ufficiale

PORTO SAN GIORGIO – Il personale della società Laborsport, autorizzato dalla Lega Nazionale Dilettanti, ha eseguito martedì pomeriggio l’atteso collaudo sul campo sportivo in erba sintetica in via Marche (zona Nord). I tecnici hanno effettuato per tutto il pomeriggio test e misurazioni negli spazi della struttura, in particolare all’interno del rettangolo di gioco. A seguire l’iter anche i tecnici del Comune, l’ingegner Stefano Sisi e l’assessore allo Sport Valerio Vesprini.

La Laborsport ha effettuato rilievi anche in funzione della sicurezza del calciatori facendo ricorso al cosiddetto test “atleta di Berlino” o “Triplo A” che permette di rilevare nei vari spazi del terreno di gioco la capacità di assorbimento del peso, la restituzione dell’energia laterale e verticale, oltre alle tradizionali prove di rimbalzo della sfera.

“Il collaudo ufficiale -spiega l’ assessore allo sport Vesprini- è l’ultimo atto prima dell’ottenimento dell’omologazione da parte dell’organo sportivo, passaggio obbligato per avere il ‘nulla  osta’ prima di poter utilizzare il campo. – spiega l’assessore allo Sport Vesprini. La città attende come noi questo verdetto, auspichiamo già il prossimo mese”. Soddisfazione ed ottimismo è stato espresso anche dall’assessore ai Lavori pubblici Umberto Talamonti.

Nei mesi scorsi l’Ufficio Sport ha provveduto all’acquisto ed alla fornitura di attrezzature, macchinari e beni di vario genere per le strutture sportive cittadine per un totale di circa 32 mila euro. Di questi, già collocati nelle rispettive, strutture, circa 20 mila euro sono stati investiti nel campo sportivo in erba sintetica di via Marche: riguardano gli arredi di quattro spogliatoi, quello dei giudici di gara, l’infermeria e accessori per i bagni pubblici. Si aggiungono un trattore-spazzolatore per la manutenzione del rettangolo di gioco, pali e rete di protezione e sacchi in gomma per la cura del manto.

“Gli investimenti dell’Amministrazione comunale negli impianti sportivi, negli ultimi cinque anni, non si sono mai arrestati. Gli arredi del campo in erba sintetica -conclude l’assessore Vesprini-  sono anch’essi uno degli ultimi step prima dell’inaugurazione, che avverrà dopo l’ok della Lega nazionale dilettanti”.

 

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...

Lascia un commento