Porto San Giorgio – Fondali bassi, porto pericoloso, il Circomare vieta l’accesso ai mezzi di grossa stazza

Porto San Giorgio - Fondali bassi, porto pericoloso, il Circomare vieta l'accesso ai mezzi di grossa stazza

Brutto colpo ma prevedibile quello inferto dal comandante dell’Ufficio circondariale marittimo, Fabrizio Strusi al porto sangiorgese, diventato sempre più pericoloso per le imbarcazioni a causa dell’accumulo di sabbia nel canale di ingresso.
Sono stati convocati per un incontro in Capitaneria lo scorso venerdì mattina il sindaco Loira con gli assessori Ciabattoni e Talamonti e alcuni rappresentanti della marineria sangiorgese come il presidente della cooperativa pesca San Giorgio, Giovanni Vagnoni, e quello dei vongolari Gerardo Fragoletti.
Condiviso da tutti come il fondale troppo basso stia diventando sempre più un problema che mette a rischio la sicurezza della navigazione, il Circomare sta decidendo di emanare un provvedimento per cui sarà probabilmente vietato l’accesso al porto per imbarcazioni con pescaggio superiore ai 2,5 metri.
Probabile conseguenza sarà che quattro dei sei motopescherecci attualmente all’attracco dovranno lasciare il Porto per approdare in strutture più adeguate, come quella di San Benedetto del Tronto.
Un provvedimento che colpisce l’immagine e l’economia del porto sangiorgese ma che, sottolinea il Circomare, è diventato indispensabile per tutelare l’incolumità dei naviganti. Finchè non sarà effettuato il dragaggio dunque, gli armatori di mezzi di grossa stazza saranno costretti allo spostamento.
Già nei mesi scorsi la Capitaneria aveva sottolineato la pericolosità dell’ingresso all’approdo ma sembra che chi di dovere non abbia trovato il modo di risolvere. Il rischio ora è che se non sarà adottata alcuna miglioria il provvedimento possa diventare sempre più restrittivo e comportare l’inibizione all’accesso per tutti i pescatori.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...

Lascia un commento