Porto San Giorgio, la “Fiera d’autunno” animata dalla rassegna “Vie di fuga, artisti all’opera”

PORTO SAN GIORGIO – L’edizione di domenica 20 novembre della “Fiera d’autunno”, che vedrà a Porto San Giorgio la presenza tutta la giornata di oltre 200 stand tra espositori e ambulanti insieme a Coldiretti e alle auto d’epoca del Campe, sarà animata dalla rassegna “Vie di fuga, artisti all’opera”.

L’iniziativa è nata nel 2020 da un’idea dei curatori Ilaria Ferretti e Alessandro Luzi con il desiderio di raccontare il lavoro “dal vivo” di giovani artisti, portando a dialogare tra loro voci diverse e facendole intersecare sui temi dell’evasione dal reale.

L’odore degli acrilici sulla tela, quello delle matite appena temperate, decine di cavalletti posizionati sul viale Cavallotti, daranno vita ad un vero e proprio percorso espositivo, composto da tanti piccoli studi d’artista. Non mancheranno inoltre dei veri e propri momenti in cui sarà coinvolto direttamente il pubblico: ci sarà  la performance inedita del giovane artista Filippo Paci e l’intervento del gruppo romano di danza e teatro ‘Contatto’ con le loro incursioni urbane. Spazio anche alla fotografia, con una piccola esposizione di lavori del fotografo sangiorgese Matteo Paci e poi il body painting a cura della performer Lucia Postacchini.

“Il 20 novembre, dalla mattina alla sera, sarà dunque una occasione per lasciarsi trasportare e accompagnare in questo micro Festival delle arti”, conclude l’organizzatore Danilo de’ Cocci.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...