Concorso di Poesia

Porto San Giorgio – L’ex Sindaco Agostini paragona il peschereccio della commemorazione per la Festa del Mare a un barcone di migranti. E’ polemica sui social.

Porto San Giorgio – L’ex Sindaco Agostini paragona il peschereccio della commemorazione per la Festa del Mare a un barcone di migranti. E’ polemica sui social.
Le battute sul gruppo Facebook “Porto San Giorgio Social ” del consigliere 100% Civico Andrea Agostini sulla processione per i Caduti in Mare non sono state gradite da tutti. La discussione parte da un commento ad una fotografia scattata proprio in quell’occasione ” Italia emergenza sbarchi migranti.Superata quota 100.000 a ferragosto..Ma no! E’ la festa del mare di Porto San Giorgio! Così LOIRA e CIABATTONI mentre confondono la corona di alloro con una ciambella di salvataggio :-)” Una goliardia giudicata fuori luogo dai parenti delle vittime del mare e in particolare dal cittadino Stefano Tarantini che risponde prontamente all’ex sindaco chiedendo scuse ufficiali per aver offeso il dolore e l’onore delle famiglie colpite e chiedendo al consigliere più rispetto verso le tradizioni e la storia della città che per lungo tempo ha amministrato. E’ partito così un lungo botta e risposta tra i due in cui Agostini giustificava il suo intervento solo come battuta non offensiva e, visto l’iniziale nome di fantasia (Luca Priapo) e le parole pesanti di Tarantini, minacciava l’intervento della Polizia Postale contestandogli il reato di ingiuria, mentre Tarantini, da parte sua, ha chiesto oltre alle scuse anche le dimissioni da Consigliere comunale. Nel dibattito anche altri cittadini intervenuti chi per contestare la presenza di troppe persone sul peschereccio e mettere in dubbio la presenza delle autorizzazioni (messi subito a tacere dall’Assessore Ciabattoni) chi invece uscendo dal tema per sollevare l’annosa questione dei permessi per i gazebo.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...

Lascia un commento